Coda: «Corini e il suo staff sono la forza del Lecce. Ora ci riposiamo, dopo la sosta riprenderemo il cammino verso il nostro sogno»

Domenica 21 Marzo 2021 di Antonio IMPERIALE
Massimo Coda, attaccante del Lecce, 20 gol in questo campionato

Otto gol in quattro partite consecutive per portare il Lecce sull’ottovolante verso il sogno più grande. Otto vittorie in trasferta, come nessuna squadra è riuscita a fare sino allo sbocciare di questa primavera truccata da inverno. Il “corsaro” non si ferma più, trascinato dall’implacabile Hispanico. Voleva la quarta doppietta consecutiva, Massimo Coda, e quando, dopo il gol che aveva sbloccato la partita, si è visto parare il calcio di rigore, gli è sembrata quasi un’onta da cancellare subito. Un minuto e mezzo solo per colpire ancora, un altro gol spettacolare per consolidare il risultato, per arrivare a quota 20 e portarsi a due sole lunghezze dal suo record personale dei 22 colpi messi a segno con il Benevento, e consegnarsi alla storia raggiungendo il grande Pazzini che con il Verona in B nella stagione 2016-2017 mise a segno quattro doppiette una dietro l’altra della sesta alla nona giornata.

LE PAROLE DEL BOMBER

Ci teneva a questa serie speciale, Massimo Coda. «Stavo per interromperla - ha detto al termine del successo con il Frosinone - ma ce l’ho fattA». Ed ha un sorriso felice. «Sono contento per tutto quello che ci sta accadendo. Ho sbagliato anche qualche rigore decisivo. Ci tenevo a segnare ancora, appena ho avuto l’occasione l’ho fatto». Le chiave di lettura del Lecce dei miracoli, che non si ferma più, è nelle certezze di Corini e del suo staff tecnico, secondo il bomber. «Sono la nostra forza. Preparano la partita, tutto, alla grande in tutti i sensi, nei particolari».

Il ritiro romano vissuto ha avuto un grande valore. E alla fine il bomber ha rivolto un sorriso al presidente che era in tribuna. «Abbiamo sentito la sua vicinanza in questa settimana sia a Roma, sia a Frosinone. E’ stato importante. Ed ha fatto piacere a tutti». La dedica è davvero significativa e speciale. "All’ambiente giallorosso". «E’ bello davvero sentirsi tutti uniti».

Otto partite alla fine, dopo la lunga sosta «Noi stiamo facendo l nostro, più di così non possiamo fare. Dobbiamo goderci questa sosta e poi continuare». Vincere il campionato per giocare in serie A con il Lecce? «E’ quello che cerco, una società che mi faccia stare bene e che conti su di me».

Ultimo aggiornamento: 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA