Il bomber Coda: "Lecce, così non va: subiamo troppi gol"

Giovedì 31 Dicembre 2020 di Antonio Imperiale
Massimo Coda

LECCE Un dieci e lode per la doppietta, dopo il digiuno forzato di cinque partite, ed un dribbling sulla scelta fra un punto positivo e punto negativo. Coda è abile anche ai microfoni di Dazn. «Prima di venire su questo campo sei già consapevole della partita che ti aspetta, qui devi vincere tanti duelli, oltre ad avere la tecnica, devi saperli tenere gli avversari - dice -. E noi siamo stati bravi sotto questo aspetto, purtroppo ci siamo giocata la partita sui cross». Sulla condizioni della squadra giallorossa, il bomber non ha alcun dubbio: «Stiamo bene. Abbiamo steccato solo una partita a livello di testa, quella contro il Pisa, poi ce la siamo giocata sempre alla pari, se non di più». Ora alle porte c’è la sfida con i Monza... «Dobbiamo chiudere bene contro il Monza, poi avremo tempo per riposarci e per metterci bene». La strada che porta alla serie A? «Dobbiamo ancora migliorare sotto tanti aspetti, nel girone di ritorno». E torna il problema dei gol subiti. «Sono troppi, dobbiamo subirne di meno». Il segreto del “dieci e lode” che non è mai valso però al bomber  la gioia della serie A? «Me lo chiedono tutti, ma io provo a dare sempre il massimo in campo, cerco di guadagnarmi tutto, allenamento dopo allenamento». Lunedì 4 gennaio ci sarà Balotelli alla testa del Monza e l’ex azzurro ha debuttato in B con un gol contro la Salernitana. Un concorrente per il titolo di capocannoniere? Coda sorride. «Balotelli è partito in ritardo, ma ha grosse potenzialità ed una grande squadra con lui». Doppietta con dedica affettuosa, alla fine. «A mia sorella, per il suo compleanno». 


© RIPRODUZIONE RISERVATA