Lecce, secondo alle spalle del Pisa. E sabato c'è lo scontro diretto

Lunedì 6 Dicembre 2021 di Lino DE LORENZIS
Francesco Di Mariano

Tutto come previsto, anche se c’è motivo per sorridere. Il Lecce è rimasto al comando della classifica della serie B soltanto per una notte. Espugnando il campo del Como, infatti, il Pisa di mister D’Angelo ha spodestato dal trono la squadra giallorossa che però può gioire per l’inatteso kappaò casalingo del Brescia per mano del Monza, in grande rimonta. A questo punto, dopo le prime sedici giornate di campionato, il Pisa si trova in cima alla classifica con 32 punti, soltanto uno in più del Lecce che ne ha 31, mentre il Brescia è scivolato in terza fila con 30 punti. Va detto che quelle che in questo momento sono le rivali più temibili del Lecce hanno già incassato più sconfitte dei giallorossi: il Pisa 2 mentre il Brescia addirittura 4. Se il Lecce non occupa il primo posto è solo perché fin qui ha collezionato 7 pareggi contro i 5 del Pisa e i 3 del Brescia.

Il big-match

Pisa e Lecce si troveranno di fronte sabato prossimo, in una sfida che si annuncia ad alta tensione vista l’importanza della posta in palio. Anche all’Arena Garibaldi si giocherà alle ore 16.15 e per l’occasione è previsto il pienone, con una foltissima presenza di tifosi di fede giallorossa pronti a sostenere capitan Lucioni e compagni nella sfida che può valere la vetta della classifica. La gara di Pisa precederà di pochi giorni quella, a eliminazione diretta, di Coppa Italia contro lo Spezia. L’appuntamento con il più prestigioso trofeo nazionale è fissato per giovedì 16 dicembre, alle ore 18, sul manto erboso dello stadio Picco di La Spezia, con diretta tv su Italia 1. Per mister Baroni sarà anche l’occasione per dare spazio a qualche elemento che, fino a questo momento, ha giocato di meno. Senza comunque stravolgere l’assetto di una squadra in continua crescita. La vincente di questo confronto se la vedrà ai Quarti di finale, a metà gennaio 2022, contro la Roma di Josè Mourinho in una gara secca da disputarsi allo stadio Olimpico.

Gran finale

Una volta archiviata la Coppa Italia, i giallorossi salentini torneranno a concentrarsi sul campionato in vista del posticipo di lunedì 20 dicembre, al Via del Mare, alle ore 20.30, contro il Vicenza dell’ex Calderoni. Una gara che, per certi versi, potrebbe nascondere mille insidie soprattutto per la necessità di far punti della formazione veneta, in lotta per la permanenza in serie B. Il gran finale del 2021 si svilupperà in due turni, l’ultimo del girone di andata ed il primo di quello di ritorno. Il giro di boa è previsto per domenica 26 dicembre, nel giorno di Santo Stefano, con il test complicato in casa di un’altra squadra coinvolta nella lotta per non retrocedere, il Pordenone di Tedino, nelle cui fila gioca uno dei migliori protagonisti dell’ultima promozione in serie A del Lecce, il centrocampista Jacopo Petriccione, scomparso dai radar del grande calcio dopo la cessione dello scorso anno al Crotone. Il match si giocherà alle ore 15 a Lignano Sabbiadoro, nell’impianto che da tempo ospita tutte le gare casalinghe dei friulani. Quindi, chiusura dell’anno al Via del Mare, mercoledì 29 dicembre, per il match in notturna (ore 20.30) contro la Cremonese, ovvero l’unica squadra ad aver battuto finora la corazzata da Marco Baroni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA