Lecce-capitan Mancosu, finisce qua

Domenica 15 Agosto 2021 di Tonio DE GIORGI

La storia tra il Lecce e Marco Mancosu è finita. È così che ha voluto l’ormai ex capitano. Ad annunciarlo è stato il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani nella conferenza stampa di ieri mattina per la presentazione di Strefezza, ultimo arrivato in casa giallorossa. «Il giocatore dopo aver parlato con l’allenatore nei giorni scorsi, ha chiesto di poter parlare anche con me – ha raccontato il massimo dirigente del club giallorosso -. È stato un incontro molto chiaro, netto e sereno. Innanzitutto lui sta bene, è questa la cosa più importante. Poi mi ha riferito che ci sono situazioni di mercato, che è giusto prendere in considerazione, valutare, in questo momento storico. Pertanto, d’accordo con il giocatore, in attesa di questi sviluppi, non prenderà parte ai prossimi impegni ufficiali della squadra».

Le spiegazioni del presidente Sticchi Damiani

Solo una pura casualità il colloquio con il presidente dopo aver parlato con Baroni? Il tecnico spiega: «È una situazione esclusivamente tra il giocatore e la società - ha detto -. Nel colloquio avuto con il giocatore non ci sono valutazioni tecniche». Il presidente del Lecce ha aggiunto pure un particolare importante. «Il ragazzo ha una clausola rescissoria di due milioni e mezzo di euro. Però, in virtù del rapporto avuto con Marco nel corso degli anni, non intendiamo applicarla. Non c’è da parte nostra nessuna volontà speculativa, ma solo quella, dopo cinque anni, di fare cose di buon senso». È stato pure chiarito che Mancosu non rientrava tra i giocatori in partenza indicati da Corvino. Mancosu, quindi, è sul mercato e nei prossimi giorni potrebbero esserci sviluppi importanti circa il suo futuro. Oggi non viene presa in considerazione l’ipotesi di una mancata partenza, ma se dovesse succedere, il calciatore è consapevole che non rientra nel progetto Lecce. La storia tra Mancosu e il Lecce ebbe inizio nel 2016. Fu portato in giallorosso a parametro zero dall’ex diesse del Lecce Mauro Meluso. Mancosu, 33 anni domenica prossima, lascerà il Lecce dopo cinque stagioni, 180 presenze in tutte le varie competizioni, e 50 gol.

Con il Lecce due promozioni consecutive dalla Serie C alla Serie A

Per Mancosu anche la gioia di disputare un campionato di Serie A dopo un fugace esordio con la maglia del Cagliari, la sua città natale, a 19 anni. In giallorosso ha potuto completare la sua maturità calcistica e si è fatto presto volere bene dai tifosi del Lecce. Quella passata è stata la stagione più sofferta, dal punto di vista personale, ma pure per l’aspetto sportivo. Dopo Lepore e Cosenza la fascia di capitano non poteva che finire stretta al suo braccio. Con la tifoseria si è subito creato un gran feeling grazie anche ai modi garbati e silenziosi di un giocatore concentrato a dare sempre tutto in campo per una maglia che gli ha fatto vivere le stagioni più belle e significative della propria carriera.

 


© RIPRODUZIONE RISERVATA