Stasera alle 20 il recupero Lecce-Vicenza, giallorossi all'appuntamento con la vetta

Mercoledì 26 Gennaio 2022 di Lino DE LORENZIS

Fischio d'inizio alle 20 al Via del Mare  Lecce e Vicenza, match rinviato due volte per problemi di Covid che, purtroppo, hanno caratterizzato entrambe le squadre. Una gara importantissima per entrambe le formazioni, con i giallorossi che sognano la promozione diretta e i biancorossi che cercheranno di fare punti per alimentare le residue speranze salvezza. Arbitrerà l'incontro il signor Guida.

 il Lecce e il primo posto in classifica c’è di mezzo il Vicenza, avversario di turno questa sera allo stadio Via del Mare. Ai giallorossi basterà battere i biancorossi di Cristian Brocchi per conquistare la vetta solitaria del campionato di serie B, davanti alle rivali Pisa, Brescia, Monza e tutte le altre squadre che puntano con decisione alla promozione diretta in serie A. Obiettivo per il quale tutti i club di prima fascia stanno investendo fior di milioni sul mercato di gennaio al fine di assicurarsi i pezzi migliori sulla piazza, ovviamente provenienti dalla categoria superiore o dall’estero.

Si gioca dopo due rinvii

Quella tra Lecce e Vicenza, come è noto, è una sfida infinita visto che è già saltata due volte e sempre a causa della pandemia. Il primo rinvio è datato 20 dicembre 2021, a poche ore dal fischio d’inizio, in seguito alla decisione della Asl di Lecce di mandare in isolamento i ragazzi di Baroni dopo aver riscontrato alcune positività nel gruppo-squadra. Il secondo rinvio invece è più recente e risale al 12 gennaio scorso, questa volta a causa del provvedimento di isolamento disposto dalla Asl Berica nei confronti del gruppo-squadra del Vicenza. Salvo nuovi e clamorosi rinvii, questa sera finalmente giallorossi e biancorossi si troveranno di fronte sul manto erboso dell’impianto leccese in una sfida dai contenuti tecnici ben differenti rispetto a quelli del mese di dicembre. Nel frattempo infatti la squadra allenata da Cristian Brocchi, tra un rinvio e un altro (i veneti, oltre a quella con il Lecce, devono recuperare anche un’altra partita contro l’Alessandria), ha attinto a piene mani dal mercato di riparazione rivoluzionando un organico che, fino al mese di dicembre, si mostrava lacunoso un po’ in tutti i settori. E l’attuale “rosa” messa a disposizione dell’ex tecnico del Monza è decisamente di una qualità migliore rispetto a un mese fa. Sono arrivati tanti calciatori di esperienza e di categoria superiore che, di fatto, hanno permesso al Vicenza di cambiare pelle. Qualcosa si è intravisto già domenica scorsa in occasione della sfida casalinga contro il Cittadella, finita con un pirotecnico 3-3.

Primato nel mirino

Per il Lecce di mister Baroni la sfida con i veneti rappresenta l’ennesimo banco di prova sulla strada della promozione in serie A. Il tecnico dei salentini quasi certamente apporterà delle modifiche alla formazione scesa in campo contro la Cremonese. Possibile ad esempio l’impiego dal primo minuto del polacco Listkowski, tra i calciatori più in forma in questa fase della stagione, probabilmente al posto del palermitano Di Mariano, ancora alla ricerca della condizione migliore dopo il lungo stop per infortunio. Così come da non è escludere il debutto da titolare dell’ex cagliaritano Faragò, fin qui utilizzato soltanto part-time. Si profila inoltre il ballottaggio tra Gendrey e Calabresi per il ruolo di esterno basso difensivo con l’ez azzurrino leggermente favorito.
Fischio d’inizio alle ore 20 affidato a Guida di Torre Annunziata, un altro arbitro di prima fascia. Come il patavino Chiffi, direttore di gara del match contro la Cremonese, incappato però in una serata decisamente sfortunata.

Ultimo aggiornamento: 19:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA