«Rispetto». Mancosu apre il caso e poi lo chiude: «Felice di essere qui». Tensioni con Tachtsidis

Sabato 10 Ottobre 2020

Ha suscitato molta curiosità il post di Marco Mancosu sul proprio profilo instagram. Il capitano del Lecce ha scritto chiaro e tondo: “Rispetto (rispetto S.M.) sentimento che ci induce a riconoscere i diritti, la dignità di qualcuno o qualcosa”. Migliaia sono stati i “mi piace” mentre tra i commenti (pochissimi, ma è stata disabilitata la possibilità di lasciare un commento), oltre a quello dello stesso Mancosu che ha scritto “Period.”, spiccavano quelli di approvazione dell’ex Petriccione, di Vigorito, che ha commentato “il mio Capitano” seguito da un cuore, e di Tachtsidis. E sul profilo del centrocampista greco i tifosi hanno notato che non ci sono più foto con la maglia del Lecce.

 

Questo pomeriggio, per fugare i dubbi di dissapori con la società, è stata convocata una conferenza stampa alla presenza del presidente Saverio Sticchi Damiani, del direttore Pantaleo Corvino e dello stesso Mancosu. Che ha provato  a chiudere l'incidente: «Ho fatto un errore a pubblicare quel post su Instagram. Ho sentito la necessità di chiarire con la società e ora sono strafelice di dire che sogno di chiudere la carriere con la maglia del Lecce».

 

LEGGI ANCHE Mancosu, il Monza si tira indietro. Shakhov saluta il Lecce e va all'Aek Atene

 

Quanto a Tachtsidis, il giocatore pare abbia ricevuto una richiesta dall'Arabia Saudita due giorni prima della chiusura del calcio-mercato. Un'offerta diretta, senza il coinvolgimento della società (cosa bandita dal regolamento Fifa). Prima della partita con l'Ascoli, il Lecce si è impagnato ad accontentare il giocatore, a patto di trovare un sostituto nel suo ruolo, regista, sostituto che non è arrivato. Motivo per cui il calciatore è rimasto in Salento (con contratto da serie A). Esclusi provvedimenti a suo carico, al momento. Alla Fifa, invece, è stata segnalata la società saudita, la Dhamak Fc, per comportamento scorretto.

Ultimo aggiornamento: 20:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA