Lecce, ore decisive per l'ingaggio dell'argentino Pizzini. La prossima settimana arrivano i nuovi acquisti

Domenica 4 Luglio 2021 di Lino DE LORENZIS
Francisco Pizzini, 27 anni, attaccante argentino

A pochi giorni dall’inizio ufficiale della stagione sportiva 2021-2022, il Lecce del presidente Saverio Sticchi Damiani è senza dubbio una delle pochissime società della cadetteria attive sul mercato. Il club giallorosso infatti ha già ufficializzato quattro operazioni in entrata mentre per il perfezionamento della quinta mancherebbe ancora qualche dettaglio. Proprio in queste ore infatti il direttore sportivo Pantaleo Corvino è al lavoro per accelerare i tempi del trasferimento in giallorosso  del talentuoso esterno offensivo argentino Francisco Pizzini, 28 anni da compiere a settembre, in forza al Club Atletico Indipendiente (Superliga argentina). Va detto che da giorni esiste un’intesa di massima tra le parti interessate solo che, come accade in tutte le operazioni con i club sudamericani, fino a quando non viene messo nero su bianco è assolutamente vietato considerare l’affare già fatto. Il Lecce e Corvino lo sanno bene, di conseguenza si stanno muovendo con molta cautela, senza tralasciare altre piste da percorrere all’occorrenza.

Sulle orme di Ledesma

Pizzini, attaccante esterno, è nativo di Bahìa Blanca, una città della vasta provincia di Buenos Aires, situata nella parte meridionale della Pampa argentina, a pochi chilometri dal confine con la Patagonia, luogo di provenienza di Cristian Ledesma, indimenticato talento sudamericano portato in giallorosso dallo stesso Corvino. In attesa di sapere se Pizzini farà parte della rosa Lecce 2021-2022, nelle prossime ore arriveranno in città gli altri quattro acquisti già perfezionati nelle settimane scorse. Due difensori centrali, un centrocampista d’ordine e un esterno d’attacco in grado di giocare anche al centro del tridente offensivo. Nella fattispecie Alessandro Tuia, 31 anni, esperto difensore centrale, reduce dall’importante esperienza vissuta in serie A con il Benevento; Brynjar Inga Bjarnason, 21 anni, islandese, giovane centrale difensivo della nazionale maggiore dell’Islanda, prelevato a titolo definitivo dal Ka Akureyri (il club islandese ha chiesto e ottenuto di poter utilizzare Bjarnason nella gara di domani contro il Reykjavik dopodiché il calciatore saluterà tutti e si metterà in viaggio per l’Italia, ndr); Alexis Blin, 24 anni, francese, regista di centrocampo, arrivato pochi giorni fa dall’Amiens Sc; Marco Olivieri, 22 anni, attaccante polivalente, reduce dalla vittoria del campionato di serie B con la maglia dell’Empoli, arrivato dalla Juventus in prestito con obbligo di riscatto in caso di promozione in serie A e diritto di riscatto in caso di permanenza tra i cadetti. Come si può vedere dunque il Lecce ha giocato d’anticipo al fine di permettere  a mister Baroni di lavorare con la squadra al completo, o quasi, sin dal primo giorno di ritiro.

Chi resta e chia parte

E non bisogna dimenticare che oltre ai quattro acquisti già perfezionati, la società giallorossa ha blindato Antonino Gallo, 21 anni, rivelazione dello scorso campionato di serie B, con un contratto fino al 2024, e ha rinnovato il contratto al portiere Marco Bleve, 25 anni, destinato a fungere da dodicesimo nel prossimo campionato cadetto. L’estremo difensore leccese si è legato al club giallorosso fino al 2023. Detto dell’addio dei vari Tachtisidis, Nikolov, Maggio, Pettinari, Yalcin, Stepinski, nelle prossime settimane Corvino dovrà trovare una valida sistemazione ad un folto gruppo di calciatori, ancora sotto contratto, ma che non rientrano più nei piani tecnici del Lecce.


© RIPRODUZIONE RISERVATA