Lecce,il Circolo tennis Lecce saluta Agamenone: «Sempre parte della famiglia»

Da sinistra Andrea Trono, Franco Agamenone e Tommaso Mannarini
Da sinistra Andrea Trono, Franco Agamenone e Tommaso Mannarini
di Roberta GRASSI
3 Minuti di Lettura
Venerdì 23 Settembre 2022, 14:42 - Ultimo aggiornamento: 16:10

Agamenone, addio. O forse arrivederci. Si interrompe la partnership tra il tennista italo-argentino e il Circolo Tennis di Lecce, per ragioni "organizzative" dovute agli impegni dello staff. E così, il percorso del talento, che il coach Andrea Trono, insieme ai suoi collaboratori, ha portato a un passo dalla top 100, passando per il Roland Garros, Wimbledon e per il cemento di Flushing Meadows, si interrompe, per ricominciare altrove. 

L'addio deciso dal Ct Lecce

Non è un distacco traumatico. Ma affettuoso. A comunicarlo un post sui social del Ct Lecce: «Difficile trovare le parole adatte quando arriva il momento di salutarsi e di prendere strade separate, ma fa parte della vita. Sono stati due anni di lavoro, di vittorie, di sconfitte, di successi, di delusioni, di grandi risultati, di emozioni…Due anni che hanno lasciato un segno ed un legame che non potrà mai rompersi, ma è tempo per te di iniziare un nuovo cammino, come accade ad un figlio che diventa adulto. Saremo lontani, ma per noi sarai sempre un membro della nostra famiglia. Torna a trovarci quando vuoi» è scritto. E infine: «¡Buena suerte Franco!» con corredo di fotografie. 

La cavalcata verso la top 100

La liaison tra Ct Lecce e Agamenone, che alla fine è diventato salentino d'adozione, risale a qualche anno fa per un camipionato a squadre. Trono ha più volte raccontato quel momento. Lo vide in campo, serviva in kick e per un giocatore alto uno e novanta, si trattava di uno svantaggio. O meglio di un "mancato" vantaggio. Imperativo: servire, e cercare subito di innescare un'azione d'attacco. Da lì, mesi di complicità e fiducia. I challenger, poi i tornei del circuito principale. Gli Slam e infine, la ciliegina: una semifinale a Umago, persa contro il fenomeno Sinner. 

Destinazione ancora non chiara

L'autunno segna ora la separazione. Non è chiaro ancora dove andrà Agamenone, ma lo si saprà presto. Per entrambi, come dimostra la carrellata di foto, si è trattato di una storia meravigliosa. Da ripetere, per il Ct Lecce, che ha dimostrato al mondo intero di poter contare su uno staff tecnico di livello. E che, non va dimenticato, vanta una delle top school d'Italia per la formazione dei baby agonisti e conta tantissimi ragazzi di livello nei tornei junior. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA