La tarantina Pilato nella storia a 14 anni, è argento mondiale nei 50 rana: «Non ci credo!»

Domenica 28 Luglio 2019
La quattordicenne tarantina Benedetta Pilato entra nella storia del nuoto italiano e mondiale: a soli 14 anni conquista l'argento nei 50 rana ai Mondiali di Nuoto di Gwangju. E’ la seconda più giovane ai campionati mondiali di nuoto, ma a Benedetta Pilato non è bastato prendersi il nuovo record italiano, peraltro già suo, in batteria con quel 29’98 che rappresenta la prima volta azzurra sotto il muro dei trenta secondi.

Nella gara di finale - nuotando in 30" netti - è arrivata alle spalle solo della primatista mondiale Lilly King, che l'ha abbracciata all'arrivo quando Benedetta è scoppiata in lacrime per il grande risultato ottenuto. Battuto l'altro mostro sacro della specialità, la russa Efimova, solo terza. Quinto posto per l'altra azzurra Martina Carraro (30"49).

«Aiuto, sono sconvolta: non ci posso credere», commenta a caldo Benedetta. «Sono contentissima voglio vivere questo momento non ci credo - ha detto ai microfoni di Raisport -. Vedendomi con il terzo tempo l'idea mi ha sfiorato, ma non pensavo così. È bellissimo competere con gente con più esperienza, da cui ho solo da imparare. Ho visto la luce sul blocco ed erano due pallini, la King mi ha detto 'è tutto ok'. Mi stavo sentendo male, sono sconvolta. Aiuto!».


© RIPRODUZIONE RISERVATA