L'Happy Casa Brindisi prepara il tour de force: quattro gare in dieci giorni

L'Happy Casa Brindisi prepara il tour de force: quattro gare in dieci giorni
di Antonio RODI
3 Minuti di Lettura
Venerdì 18 Novembre 2022, 05:00

Lo stop per gli impegni delle Nazionali impegnate nelle qualificazioni ai Mondiali 2023 ha permesso alla Happy Casa Brindisi di tirare il fiato, valutare il lavoro fin qui fatto e, soprattutto, di cercare di porre rimedio ad alcune “lacune” che il gruppo ha fin qui evidenziato. Bowman e compagni sono pronti a riprendere la marcia, cercando di dare continuità alla vittoria giunta contro Tortona. Due punti che sono stati importantissimi non solo per la classifica ma soprattutto per il morale del team dopo i precedenti due passaggi a vuoto (Reggio Emilia e Budivelnyk) che, gioco forza, qualche perplessità avevano lasciato. Brindisi è tornata in palestra riprendendo con intensità gli allenamenti così da ripresentarsi tonica e combattiva all’appuntamento di domenica con la Vuelle Pesaro. Il piccolo stop ha permesso di riposare testa e fisico, permettendo di fare il punto della situazione e rendersi anche conto di cosa migliorare per affrontare i prossimi impegni.

Impegni ravvicinanati

Ci sono quattro partite importantissime per i biancazzurri. Detto della sfida più immediata, appunto quella con Pesaro che rappresenta uno scontro diretto nella corsa a uno degli otto posti che conducono alla Final Eight di Coppa Italia, la squadra di Frank Vitucci tornerà poi a respirare aria di Europa mercoledì quando sui legni del PalaPentassuglia affronterà gli olandesi del Groningen (ore 20,30). Quindi la trasferta di Bologna (domenica 27) e la gara esterna di Fiba Europe Cup con gli estoni del BC Kalev/Cramo, nel più classico dentro o fuori. Servirà un grande sforzo di squadra, bisognerà affrontarli con grinta e determinazione, facendosi trovare sempre pronti. Così come serviranno energia e concentrazione, oltre a gettare il cuore oltre l’ostacolo. Perché le prossime sono quattro partite che possono indirizzare davvero la stagione biancazzurra. «Finora abbiamo dimostrato che se riusciamo a giocare bene in difesa diventiamo “antipatici” per tutti gli avversari, anche quelli di primissima fascia», ha ribadito a più riprese Fernando Marino, numero uno del club di contrada Masseriola, «al contrario se approcciamo in maniera soft, così come del resto è successo alcune volte, per noi diventa tutto molto più difficile. Io continuo ad essere molto fiducioso. Questo è un gruppo che ha grandi margini di crescita e che ci regalerà tante soddisfazioni. A patto che i ragazzi lavorino in tutta tranquillità». Il match con Pesaro, il più immediato, può già diventare una cartina di tornasole per rilanciare (alla grande) le proprie ambizioni. Per di più al cospetto di un avversario che nel recente passato ha “regalato” più di qualche delusione alla “Stella del Sud”.

Video
© RIPRODUZIONE RISERVATA