Il Lecce blinda le corsie esterne: Baschirotto atteso in ritiro

Il Lecce blinda le corsie esterne: Baschirotto atteso in ritiro
3 Minuti di Lettura
Martedì 12 Luglio 2022, 05:00

Non solo Nikola Maksimovic. Ultime ore di mercato giallorosso calde anche per Federico Baschirotto, terzino destro classe 1996, in uscita dall’Ascoli e già pronto per sostenere le visite mediche nel ritiro di Folgaria. Il ragazzo si è messo in luce con i bianconeri marchigiani nella scorsa stagione collezionando 30 presenze e 4 gol ed è stato così attenzionato da Pantaleo Corvino, sempre vigile su nomi quasi sconosciuti ma capaci di dare il meglio nella massima serie. Baschirotto, con cui è stato trovato un accordo triennale con opzione per altri due anni è, secondo il responsabile del mercato leccese, una pedina in grado di recitare un ruolo di particolare importanza nella prossima stagione. Il giocatore, che arriva a titolo definitivo e ha lasciato il ritiro dell’Ascoli a Cascia, viene a Lecce per completare la catena di destra della difesa di Marco Baroni: lui e Gendrey sono valutati dal Lecce come validi giocatori per affrontare il torneo la serie A. Sull’altro fronte, invece, la catena di sinistra di difesa è composta dal riconfermato Gallo e dall’altra new entry Frabotta.

Le altre trattative

l Lecce, dunque, chiude i giochi per gli esterni di difesa e si concentra sulla parte centrale del reparto arretrato. Con Nikola Maksimovic, infatti, siamo ai dettagli. L’uomo che prenderà il posto dell’ex capitano Fabio Lucioni è pronto a vestire la maglia giallorossa dopo le esperienze anche europpe con Torino e Napoli e a dare il suo contributo al pari di Tuia, promosso capitano in questo scorcio di precampionato, e del nazionale albanese Dermaku. Entrando nello specifico della trattativa per arrivare al difensore serbo, c’è da dire che la risoluzione del contratto col Genoa è stata ritenuta onerosa. La società ligure, quindi, si sarebbe fatta carico di parte dell’ingaggio, per cui si è deciso di procedere per il prestito con obbligo di riscatto da parte del Lecce in caso di permanenza in A. È fuori discussione che con Maksimovic il Lecce diventi più competitivo. Chi non dovrebbe far parte del pacchetto di centrali è Simic, per il quale proprio l’Ascoli continua a far pressing. Quella di Baschirotto e quella di Simic sono, tuttavia, due operazioni slegate. Una non incide sull’altra. E se per Baschirotto, come detto, è già tutto fatto, per Simic la fumata bianca potrebbe arrivare nelle prossime ore. Non solo: l’Ascoli sarebbe interessato anche a qualche ulteriore pedina in uscita dal Lecce.

Le uscite

Analizzando sempre la composizione della difesa del Lecce, un altro che ha molto mercato in serie B, perché reduce da una ottima stagione, è Arturo Calabresi che Baroni, sia contro il Postal che contro il Rovereto, ha impiegato esclusivamente da centrale. Un ruolo che, al pari dell’esterno, Calabresi sa ricoprire benissimo, tant’è che molti suoi estimatori lo vorrebbero in squadra proprio per la sua attitudine a giocare in diverse posizioni. Questione portieri: il Lecce va in pressing su Wladimiro Falcone, 27 anni, di proprietà della Sampdoria (piace pure alla Lazio). Trinchera lo conosce bene per averlo portato qualche stagione fa al Cosenza e la stima nei confronti del ragazzo è rimasta immutata. Chi sembra non rientrare più nei piani del Lecce è Scuffet, ma anche il mercato portieri è solo all’inizio, ragion per cui Corvino sonda sottotraccia anche qualche estremo difensore che gioca all’estero. Oggi, dopo il giorno di riposo, il Lecce tornerà ad allenarsi nel ritiro di Folgaria per preparare la terza amichevole in programma domani contro i tedeschi del Bochum.

© RIPRODUZIONE RISERVATA