Il Brindisi chiede strada alla VL Pesaro. Al PalaPentassuglia palla a due alle ore 18.30

I giocatori della Happy Casa Brindisi
I giocatori della Happy Casa Brindisi
di Antonio RODI
3 Minuti di Lettura
Domenica 20 Novembre 2022, 05:00 - Ultimo aggiornamento: 09:23

Dopo due settimane di stop per dare spazio alle Nazionali impegnate nelle qualificazioni ai Mondiali 2023, si torna a respirare aria di campionato e per la Happy Casa Brindisi ecco giungere l’ostacolo Pesaro. Le due squadre sono appaiate in classifica a quota 6 punti, pertanto quello odierno rappresenta già una sorta di crocevia per le ambizioni di entrambe nella corsa alla Final Eight di Coppa Italia del prossimo mese di febbraio. L’una e l’altra vorranno quindi conquistare la posta in palio anche per riprendere al meglio il cammino. Sarà una partita dura e tosta quella che attende la squadra di coach Frank Vitucci, che proverà a sfruttare il fattore PalaPentassuglia dove finora i biancazzurri sono imbattuti (tre vittorie su altrettante partite giocate). Il valore del team marchigiano è risaputo. È una squadra dotata di ottime individualità, con giocatori in grado di fare la differenza e d’incidere in maniera determinate sia nell’uno contro uno che nel crearsi tiri da soli.
La formazione biancazzurra si è preparata al meglio per affrontare non solo la sfida odierna, ma anche il ciclo di partite che l’attenderà nel breve volgere di un batter di ciglio: oggi Pesaro, mercoledì il Groningen in Fiba Europe Cup, quindi la trasferta di domenica prossima a Bologna, il viaggio in Estonia per affrontare (mercoledì 30) il Kalev/Cramo (partita decisiva per il passaggio del turno nella manifestazione continentale), quindi il 4 dicembre il lunch match delle ore 12,00 contro la Reyer Venezia.

Intanto, però c’è da pensare all’impegno più immediato, per l’appunto quello con la Vuelle che in questo avvio di stagione si è dimostrata particolarmente solida, continuando sulla scia di quella scorsa, nella quale dopo un avvio balbettante era poi stata una delle sorprese del campionato fino a giungere ai quarti di finale dei playoff scudetto (uscita di scena per mano della Virtus Bologna) grazie anche all’arrivo in panchina di Luca Banchi che, in corso d’opera, era subentrato ad Aza Petrovic.
In estate il gruppo dirigente pesarese ha provato a trattenere Banchi, ma senza successo. Incassato il no dell’allenatore nativo di Grosseto, il presidente Ario Costa e il Ds Stefano Cioppi hanno puntato (un po’ a sorpresa) sul ritorno di Jasmin Repesa. Il mercato ha portato in riva all’adriatico giocatori come Kwan Cheathma (ala forte statunitense reduce dallepserienza nella ACB spagnola con il Fuenlabradae) Dejan Kravic (centro di nazionalità serbo-croata, già visto in Italia con la maglia della Virtus Bologna) e Valerio Mazzola (ala grande ex Venezia) che garantiscono esperienza e solidità, oltre a Riccardo Visconti che oggi torna nell’impianto di contrada Masseriola da ex. Per riuscire a spuntarla la Happy Casa dovrà affrontare la partita con la massima concentrazione, perché uno sforzo normale può non bastare mai per conquistare il successo. Bisognerà quindi dare il massimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA