Gioia Lucioni: «Il gol un regalo a mia moglie»

Mercoledì 27 Febbraio 2019
di Serena FASIELLO
Il Lecce cancella la disfatta di Cittadella superando per 2-1 l'Hellas Verona al termine di una gara che non lo ha visto mai in difficoltà se non nell'extratime, quando Vigorito è entrato in porta insieme ad un cross che sembrava innocuo, regalando così agli avversai un gol insperato. «Abbiamo dimostrato di essere un gruppo solido e forte, ci siamo riscattati e abbiamo messo in campo una grande forza contro un buon avversario - ha dichiarato La Mantia, al suo 10° sigillo stagionale -. Le nostre motivazioni erano a mille, abbiamo risposto sul campo. Palermo? Uno scontro diretto che dobbiamo provare a vincere».
«Bisognava spazzare via il ricordo della partita di sabato: abbiamo fatto tesoro dei nostri errori e dimostrato che non possiamo prescindere da questo gioco e soprattutto da questo atteggiamento - ha dichiarato Lucioni, autore del 2-0 -. Insomma: una grande risposta, da grande squadra. La classifica? Sabato ci aspetta una partita difficilissima, andiamo dalla squadra più forte di questo campionato; gli stimoli di certo non mancano in uno stadio importante, palcoscenico di categorie superiori. Il gol? Lo dedico a mia moglie che è incinta: ci tenevo a farle questo regalo».
«Questa vittoria ha dimostrato che la sconfitta col Cittadella è stato solo un incidente di percorso, che però ci deve insegnare qualcosa - ha dichiarato il presidente Sticchi Damiani -. Se giochiamo con l'abnegazione di oggi possiamo proporre un calcio di grande qualità: poche squadre in B giocano come noi. Oggi il campionato ha detto che siamo questi, non quelli di sabato scorso. Abbiamo potenzialità che forse neanche noi conosciamo. Abbiamo 41 punti, siamo salvi, e questo non è scontato visto che altre squadre allestite per vincere si trovano immischiate in zone pericolose. La Mantia? Un investimento strepitoso che ci sta ripagando alla grande».
«Stasera i ragazzi mi hanno dato una grande soddisfazione, al di là del risultato ha detto Liverani -. Stiamo facendo un percorso straordinario. Sabato mi aspetto una partita di rabbia da parte del Palermo, per noi sarà difficile ma dobbiamo farci trovare pronti a una battaglia. Per noi sarà un onore giocare in uno stadio come La Favorita».


© RIPRODUZIONE RISERVATA