Giochi del Mediterraneo: Stefanì super, oro nel nuoto. Serio vince in staffetta. Imperio regina dei pesi

Giochi del Mediterraneo: Stefanì super, oro nel nuoto. Serio vince in staffetta. Imperio regina dei pesi
di Giuseppe ANDRIANI
3 Minuti di Lettura
Lunedì 4 Luglio 2022, 12:19

Simone Stefanì si prende la scena a Orano, in Algeria, dove sono in corso di svolgimento i "Giochi del Mediterraneo". È volato in sede anche Rinaldo Melucci, sindaco di Taranto, la città che ospiterà la prossima edizione. Ma intanto dominano gli atleti pugliesi, almeno nel nuoto. Straordinario Simone Stefanì, promessa salentina (di Castrignano de' Greci) già due volte campione italiano agli assoluti di Riccione: oro nei 50 metri dorso, in 25''00, davanti a Segura (25''09) e Mora (25''17). In staffetta, 4x100 stile libero, vince anche Luca Serio, tarantino, con Alessandro Bori, Giovanni Carraro e Filippo Megli: primo posto davanti alla Grecia (3'15''77). Nei 400 stile libero ottimo bronzo per Luca De Tullio (3'50''11).

Pesi, Giulia Imperio vince due volte l'oro

Due giorni fa Giulia Imperio aveva conquistato due medaglie d'oro. Campionessa europea a Tirana, vince l’oro di strappo con 83 kg, e l’oro di slancio con 97 kg, per un totale di 180 kg, 9 in più dell’Europeo (ai Giochi del Mediterraneo, al contrario delle Olimpiadi, si premiano le due specialità e non il totale). Doppio argento alla spagnola Hernandez con 78 e 96, doppio bronzo alla turca Erdogan con 75 e 95. La 20enne di Monteparano, nel Tarantino, ma nata a Grottaglie, ha commentato: «E’ un’emozione unica perché è la prima esperienza ai Giochi del Mediterraneo. Ero molto carica, con tanta ‘fame’ e tanta voglia di fare; essendo la terza gara di fila volevo dare il tutto per tutto e sono contenta del risultato e dei kili portati a casa. Bisogna dare il massimo in entrambe le specialità, quindi è una lotta fino all’ultimo kilo con le avversarie. Quelli che ho fatto non sono i miei massimali ma sono contenta di averli portati in questo modo oggi in gara. Ho voglia di fare ancora di più». Non è difficile immaginare che ora voglia l'oro olimpico. Parigi non è così lontana. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA