De Laurentiis lascia il Bari? Multiproprietà, un rebus. Il presidente in conferenza con Casillo: «Successione? Dateci il tempo di costruire»

Venerdì 8 Aprile 2022 di Giuseppe ANDRIANI

Il Bari ha presentato il nuovo main sponsor, Casillo. Ma il tema del giorno è la multiproprietà, come accade ormai dalla festa promozione. Cosa farà la famiglia De Laurentiis? Il regolamento è chiaro. Se il Bari dovesse andare in A, prima dell'inizio della stagione DeLa dovrebbe cedere una società tra quella biancorossa e il Napoli. Altrimenti avrà tempo fino all'estate del 2024, secondo l'ultima regola della Figc. Casillo come possibile successore di DeLa? Il presidente, Luigi, ha commentato così in sala stampa, alla presenza dei due imprenditori e del sindaco, Antonio Decaro: «Due anni per la successione? E' come quando siamo arrivati, in Serie D, e si diceva: quando la Champions? Dateci il tempo di lavorare e di costruire il nostro percorso, lavoriamo per questa città».

La strategia

Nella mattinata rimbalzavano voci per cui la scelta della famiglia De Laurentiis sarebbe stata quella di cedere il Bari e tenere il Napoli. Forse, ad oggi, tutto è un po' troppo prematuro. Intanto perché il Bari ha presentato, da tempo, un ricorso contro la norma che prevede entro il 2024 la cessione di uno dei due club. «Abbiamo un ricorso in atto, vedremo cosa accadrà. Abbiamo contribuito a riportare in alto una piazza così importante per il calcio italiano, in tutti i sensi, dagli sponsor alle tv. Trovarci con le gambe tagliate perché si cambia la normativa ci ritrova spalle al muro», aveva commentato appena ieri il presidente De Laurentiis a Tmw Radio.

«Il contratto più importante di sempre»

Sull'accordo con Casillo, DeLa commenta: «E' un contratto importante, pluriennale, il più importante che questo club abbia firmato fino ad oggi. Avremo il marchio sulla maglia già contro l'Avellino». «Ci siamo avvicinati al Bari per gradi - ha detto l'imprenditore Caslllo - siamo legati a questi colori da tempo, come tutta la nostra famiglia. La famiglia De Laurentiis si è presa questa grande responsabilità e noi siamo felici di essere al loro fianco. Il nostro marchio è quanto di più prezioso abbiamo e lo stiamo affidando nelle mani della famiglia di Luigi De Laurentiis con cui condividiamo valori, sportivi e non solo». «Vorremmo scrivere una pagina nuova nel panorama delle sponsorizzazioni sportive. Ora godiamoci il momento, costruiamo un bel progetto, passo dopo passo, ma partendo da basi solide»

 

Ultimo aggiornamento: 16:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA