Nuovi casi di positività: la Asl blocca il Brindisi per 10 giorni

Martedì 20 Aprile 2021 di Antonio Rodi
Coach Frank Vitucci

La Happy Casa Brindisi è costretta a fermarsi. Il Covid-19 è tornato a bussare prepotentemente alla porta del club biancazzurro e di conseguenza, al fine di evitare ulteriori rischi, la Asl ha disposto la sospensione dell'attività per i prossimi 10 giorni. Di conseguenza, la formazione biancazzurra sarà costretta a saltare le prossime partite del campionato di serie A.

La nota del club di Marino

Il Brindisi Basket ha diffuso un comunicato stampa per spiegare la situazione: "Si rende noto che a seguito di nuove positività riscontrate all’interno del gruppo squadra, l’Azienda Sanitaria Locale di Brindisi ha disposto un periodo di isolamento per il gruppo squadra di giorni 10. Durante il periodo di quarantena gli atleti risultati negativi potranno svolgere attività in forma individuale nel rispetto dei protocolli vigenti".

Il gruppo squadra

Nell’ultima settimana l’emergenza l’ha fatta da padrona assoluta. E continua a farlo. Gli ultimi test molecolari a cui il gruppo squadra è stato sottoposto ha evidenziato la positività di ben 6 giocatori (tra questi ci cono anche Darius Thompson e Alessandro Zanelli, tutti e due assenti nell’ultima gara contro la Vanoli Cremona), più un negativizzato, oltre a quattro componenti del gruppo staff, a cominciare proprio da coach Frank Vitucci.

Il rebus campionato

Oggi Brindisi si ritrova quindi impantanata nei postumi di contagi e quarantene. A seguito dello stop di 10 giorni imposta dalla Asl, ora c’è allora da definire l’evolversi del calendario, che diventa una vera grana, anche per la Lega Basket. Brindisi dovrà giocare tre partite di campionato con Trento, Sassari (recupero in programma mercoledì 28 aprile) e Varese, che adesso ovviamente dovranno essere spostati di data. Ma c’è pure la grana dei play off, il cui inizio è fissato per sabato 8 maggio.

Come evolverà la situazione? Presto a dirlo, ma nelle prossime ore il quadro sarà più chiaro e definito. La dirigenza biancazzurra si è già messa all’opera per chiedere lo spostamento del taglio del nastro della post season, anche se (a dirla tutta) ad oggi sembra una vera mission impossible.

 

 

Ultimo aggiornamento: 19:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA