Coronavirus, si ferma anche lo sport: stop a basket e pallavolo. Calcio a singhiozzo

Martedì 25 Febbraio 2020
Anche il mondo dello sport in Puglia risente delle conseguenze del contagio da coronavirus in Italia. Basket e pallavolo si fermano, il calcio prosegue, almeno per il momento con limitazioni negli spostamenti dei tifosi per i campionati professionistici. Nessun contraccolpo, ma tanta apprensione invece per i dilettanti e per le altre discipline legate al circuito dell’atletica leggera. 

Tra le prime federazioni sportive a sospendere le gare su tutto il territorio nazionale c’è la Fip (Federazione italiana Pallacanestro), che attraverso una nota stampa comparsa nel pomeriggio di ieri sul sito istituzionale, ha deciso «di concerto con la Lega Basket Serie A, la Lega Nazionale Pallacanestro e la LegA Basket femminile, preso atto dei provvedimenti governativi e regionali in tema di salvaguardia della salute pubblica, la sospensione ed il conseguente rinvio, di tutte le gare del prossimo turno di Serie A, A2 e B maschile, della Serie A1 e A2 femminile».

Coronavirus in Spagna, primo caso a Barcellona: è una donna italiana di 36 anni rientrata da Bergamo
Coronavirus, parla il medico salentino contagiato a Codogno: «Affrontiamo il problema con serietà e consapevolezza»

Questo significa per le pugliesi della “palla a spicchi” Happy Casa Brindisi (serie A) e Edil Frata Nardò (serie B) il rinvio a data da destinarsi dei rispettivi match di campionato, in casa contro Varese il team brindisino, in trasferta sul parquet di Avellino il roster neretino. Nessuna controindicazione al momento invece per le serie minori regionali – benché, prosegue il comunicato Fip – «la Federazione continuerà a monitorare con il massimo scrupolo l’evolversi della situazione sul territorio nazionale, riservandosi di assumere ulteriori provvedimenti».

Stop totale dallo scorso 24 febbraio sino al prossimo 1 marzo incluso, è stato imposto anche a tutte le manifestazione di pallavolo sulla base della direttiva nazionale Fipav. Turno di campionato saltato quindi per il Cutrofiano in serie A2 femminile, Leverano e Alessano nella A3 maschile. A livello regionale, nel comunicato che il comitato Fipav Puglia ha inviato a tutte le società ed atleti, oltre al rinvio «di tutte le gare dei campionati e tornei regionali, nonché tutte le manifestazioni, attività e raduni delle selezioni regionali e territoriali» si sottolinea la sola possibilità «di svolgere gli allenamenti a porte chiuse, in attesa di ulteriori indicazioni da Coni e ministero dello Sport». 

Coronavirus, scuole chiuse e stop alle gite: Marche, aule chiuse fino al 4 marzo, ma il governo impugna l'ordinanza

Procede a singhiozzo invece, tra le diverse categorie, il mondo del calcio. L’attenzione in Salento è alta, anche perché in serie A dopo i rinvii del precedente turno di campionato si tornerà a giocare su tutti i campi, con alcune limitazioni alla presenza di pubblico, secondo quanto deciso dal Governo e dalla Figc. Le competizioni internazionali, compresi gli Europei, incombono e al momento si va avanti nel programma. A Lecce quindi via libera alla presenza dei supporters salentini allo stadio “Via del Mare” per la partita dei giallorossi contro l’Atalanta, formazione bergamasca che al contrario non dovrebbe disporre dei propri tifosi, interessati dal blocco delle trasferte imposto alle aree già colpite dal coronavirus. In serie C invece gare ferme con conseguente stop del Bari.
In serie D, con Taranto, Brindisi, Fasano, Casarano, Andria, Foggia e Nardò coinvolte tutte nel girone H, stando così le cose, si dovrebbe giocare, così come nelle serie regionali minori. Si ferma invece tutto il rugby a livello regionale. Paure e incertezze che si alimentano anche nell’atletica con i riflettori puntati sulla mezza maratona “Corri Lecce” in programma nel capoluogo domenica 1 marzo e nella pratica sportiva amatoriale legata a nuoto e fitness, dove il dubbio più ricorrente che si fa strada tra gli atleti, intenzionati a salvaguardare la propria salute, è se aggiungere al kit sportivo anche disinfettante e mascherina. Ultimo aggiornamento: 26 Febbraio, 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA