Corini: "Siamo in emergenza ma voglia partire col piede giusto"

Venerdì 25 Settembre 2020 di Lino De Lorenzis
Eugenio Corini, allenatore del Lecce
LECCE Comincia in salita l'esperienza con il Lecce di Eugenio Corini. In occasione della sfida d'esordio in campionato contro il Pordenone, il tecnico dei giallorossi dovrà fare i conti con una situazione di grave emergenza a causa della indisponibilità di Falco, Paganini, Tachtsidis, Vera, Riccardie Felice. "Abbiamo gli uomini contati sia in mezzo al campo che davanti però le mie squadre hanno sempre avuto la capacità di sapersi esaltare nelle situazioni di difficoltà - ha detto il tecnico bresciano nella conferenza stampa pre-partita -. Adjapong? Ha fatto solo un paio di allenamenti con noi però il ragazzo sta bene, di recente ha giocato titolare con la nazionale Under 21 per cui mi dà la possibilità di avere una soluzione importante sia sulla linea difensiva che su quella offensiva. Questo perché, nel corso della sua carriera, Claud ha giocato anche in posizione avanzata". Corini ha tessuto le lodi del Pordenone. "Due anni fa ha vinto con merito il campionato di serie C e pochi mesi fa ha sfiorato la promozione in serie A arrivando a giocare la semifinale play off. E' una squadra ben messa in campo dal mio collega Tesser, è molto aggressiva. Rispetto alla passata stagione è cambiato ben poco, è rimasto praticamente lo stesso gruppo con l'aggiunta di due pedine importanti come Calò a centrocampo e Diaw in attacco".
Lecce-Pordenone si giocherà domani, alle ore 14, allo stadio di Via del Mare. Ovviamente, a porte chiuse. In compenso, ci sarà la diretta di Dazn.
© RIPRODUZIONE RISERVATA