Arriva la fumata bianca: Coda e il Lecce insieme fino al 2024

Domenica 28 Novembre 2021 di Lino DE LORENZIS
Massimo Coda

La notizia tanto attesa è arrivata oggi, nell'ultima domenica di novembre, a due giorni dalla delicata sfida in trasferta contro la Spal. Massimo Coda, 33 anni, bomber e capocannoniere del campionato di serie B, continuerà a far gol e a contribuire ai successi del Lecce fino al 30 giugno 2024. Il centravanti originario di Cava de' Tirreni, al termine di una lunga e laboriosa trattativa, ha accettato con entusiasmo la proposta del club giallorosso di blindarlo con un rinnovo che sicuramente gli consentirà di affrontare con grande serenità i prossimi impegni con la maglia giallorossa.

Il sogno chiamato serie A

Coda, negli ultimi anni, non ha mai nascosto il suo forte desiderio di potersi misurare nel massimo campionato italiano contro colleghi del calibro di Dzeko, Immobile, Morata, Laurato Martinez, Quagliarella e tanti altri. A questo punto, il bomber campano dovrà raddoppiare gli sforzi per cercare di spingere a suon di gol il Lecce in serie A, obiettivo che nella passata stagione ad un certo punto sembrava ormai alla portata degli uomini allenati da Eugenio Corini e poi sfumato a causa di un clamoroso crollo, fisico e mentale, concretizzatosi nelle ultime giornate.

La felicità del tifosi

E' bastato che il Lecce diffondesse la notizia del rinnovo attraverso i propri canali social per scatenare i commenti felici dei tifosi giallorossi che temevamo di dover rinunciare ad uno dei calciatori di maggior prestigio a causa di un rinnovo che tardava ad arrivare. "Coda uno di noi" o "Grande Coda e Grande Società", sono soltanto un paio dei tantissimi messaggi postati sui social dai supporter giallorossi che sperano di raggiungere l'obiettivo finale grazie anche all'apporto del centravanti cavese.

In dubbio per la Spal

Ci vorrà un gol, magari decisivo, per festeggiare degnamente il rinnovo del contratto. Sarà difficile però che possa accadere martedì sera a Ferrara, nel turno infrasettimanale del campionato cadetto. Il problema muscolare che l'ha costretto ad andare prima in panchina a Frosinone e poi addirittura in tribuna contro la Ternana non gli dà tregua e probabilmente lo costringerà anche a saltare la gara con la Spal. La decisione finale verrà presa domani mattina al termine della rifinitura dei giallorossi allo stadio Via del Mare.

Ultimo aggiornamento: 12:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA