Bocciato il ricorso del Chievo Verona, il Cosenza vede la B

Lunedì 26 Luglio 2021

Bocciato il ricorso del Chievo Verona dal Collegio di garanzia del Coni. Il Cosenza è ripescato in B. È questa la decisione sul prossimo campionato arrivata dal Coni nella tarda serata di oggi. Il Chievo - il cui primo ricorso era già stato bocciato dal Consiglio Federale della Figc lo scorso 15 luglio - era stato escluso a seguito della segnalazione da parte della Covisoc che aveva dato parere negativo all’iscrizione della società veneta. Una bocciatura legata alla rateizzazione di alcuni debiti del club con il Fisco. Il club aveva annunciato il ricorso proprio al Collegio di garanzia del Coni, respinto. Mentre il Cosenza - quartultimo classificato nell’ultimo campionato di Serie B e che aveva «depositato tutta la documentazione necessaria per la riammissione al Campionato 2021/2022» - viene ripescato. Nella mattinata di domani, 27 luglio, il Consiglio Federale della Figc, in programma alle ore 11, ratificherà l’esclusione dei veneti e procederà alla definizione degli organici.

Sempre in serata la nota del Chievo: «L’A.C. ChievoVerona prende atto della decisione del Collegio di Garanzia del CONI e annuncia l’intenzione di impugnare tale decisione presso il TAR del Lazio per difendere i propri diritti, ribadendo di aver sempre operato in linea con le normative vigenti e federali per l’iscrizione al campionato di Serie B 2021/22». Il Collegio di garanzia del Coni ha inoltre respinto i ricorsi anche di Carpi, Casertana, Novara e Sambenedettese, liberando così di fatto cinque caselle da riempire per la compilazione dei gironi della serie C 2021/2022. Quelle delle quattro bocciate più quella, appunto, del Cosenza che sostituisce la “X” nel campionato cadetto. 

Ultimo aggiornamento: 23:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA