Pilato, le lacrime dopo la vittoria: «Un oro dedicato a Stefano». Chi era Nurra, lo "scienziato del nuoto" che non c'è più

Pilato, le lacrime dopo la vittoria: «Un oro dedicato a Stefano». Chi era Nurra, lo "scienziato del nuoto" che non c'è più
2 Minuti di Lettura
Domenica 14 Agosto 2022, 11:34 - Ultimo aggiornamento: 18:24

«La dedica? No, volevo soltanto salutare Stefano che purtroppo non c'è più e ci ha aiutate tanto in questo percorso». Scoppia a piangere Benedetta Pilato dopo la vittoria della medaglia d'oro nei 100 metri rana agli Europei di nuoto a Roma. La dedica è per  Stefano Nurra, venuto a mancare prematuramente una decina di giorni fa, era l'analista, allenatore e biomeccanico della nazionale azzurra. La sua morte aveva colpito molto gli atleti e la Pilato gli aveva già dedicato un post su Instagram, con una foto nella quale erano abbracciati. 

Chi era Stefano Nurra, amico e allenatore della Pilato

Stefano aveva 54 anni, era originario di Sassari, ma viveva a Bursa, in Turchia, dove faceva il coordinatore tecnico federale, con la moglie Alev e il figlio. Assistente bagnante nonché allenatore itinerante di molteplici società di Sardegna, Emilia Romagna, Toscana, Piemonte, fino alla Nuotatori Milanesi, Nurra dal 2013 si era trasferito in Turchia, raggiungendo Corrado Rosso, fino a diventare il coordinatore del centro federale di Bursa. Recentemente aveva fondato Swim Analysis specialists, una comunità di video analisti che raccoglie circa 60 professionisti di molteplici Paesi. Già collaboratore della Federazione Italiana Nuoto, principalmente del Settore Istruzione Tecnica, di molteplici federazioni internazionali e atleti di vertice, la sua scomparsa lascia un grande vuoto emotivo e professionale nel movimento del nuoto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA