Baroni e il tabù Serie A: ci riprova con il Lecce. Le prime parole: «Ricominciamo tutti insieme»

Baroni e il tabù Serie A: ci riprova con il Lecce. Le prime parole: «Ricominciamo tutti insieme»
di Giuseppe ANDRIANI
2 Minuti di Lettura
Giovedì 19 Maggio 2022, 18:24 - Ultimo aggiornamento: 18:33

«Il punto di arrivo è già diventato un punto di partenza. Quello che non cambia è la certezza di affrontarlo tutti insieme». Sono le prime parole di Marco Baroni, riconfermato allenatore del Lecce con il rinnovo contrattuale firmato oggi. Una scelta non scontata, ma per una serie di ragioni, compresa la vittoria del campionato di Serie B, quasi obbligata. Baroni ritrova una A, che è stata fin qui un tallone d'achille nella propria carriera da allenatore, dopo aver fatto tanto bene da calciatore.

Benevento, Frosinone e ora ci riprova

Il debutto di Baroni in A fu con il Benevento nel campionato 2017/18. La sua prima volta coincise con la prima dei sanniti, che lui aveva portato in A, vincendo i playoff del campionato di Serie B, per altro con Fabio Lucioni al centro della difesa. Nove partite, per Baroni, e nove vittorie, poi l'esonero, con l'arrivo di Roberto De Zerbi. L'anno dopo fu chiamato a stagione in corso dal Frosinone e su 22 partite ha vinto appena quattro volte (5 pareggi e 13 sconfitte), con un destino già segnato probabilmente dal momento dell'arrivo. I numeri dell'allenatore giallorosso in A lo vedono vincitore appena quattro volte su 34 partite totali. E ora la sfida di Lecce, quella che si è preso sul campo, vincendo la B (campionato nel quale ha vinto 98 volte in 242 partite).

© RIPRODUZIONE RISERVATA