F1, come sta Romain Grosjean dopo lo spaventoso incidente? Nella prossima corsa al suo posto Pietro Fittipaldi

Lunedì 30 Novembre 2020
F1, come sta Romain Grosjean dopo lo spaventoso incidente? Nella prossima corsa al suo posto Pietro Fittipaldi

Romain Grosjean, ancora ricoverato in ospedale dopo lo spaventoso incidente di ieri nel Gp del Bahrain, sarà sostituito nella prossima gara da un 'nipote d'arte', Pietro Fittipaldi. Ecco le ultime notizie sulle condizioni del pilota di Formula1, che sarà dimesso nella giornata di domani.

 

Leggi anche > F1, Grosjean in ospedale dopo l'incidente: «Sto bene». Solo ustioni, nessuna frattura. L'impatto avvenuto a 221 km/h

 

 

 

A diffonderle è il team Haas: «Romain Grosjean ha trascorso la notte in ospedale, il recupero prosegue. I trattamenti alle ustioni subite alle mani stanno andando bene. Ha ricevuto la visita di Gunther Steiner, team principal Haas. Potrebbe essere dimesso dall'ospedale domani». Il pilota franco-svizzero, in un video pubblicato dal letto d'ospedale, ha rassicurato tutti ed elogiato l'Halo, il sistema di sicurezza che gli ha salvato la vita: «Sto bene, più o meno. In passato avevo criticato quel sistema, ma senza di esso oggi non sarei qui a parlare con voi».

 

Romain Grosjean, ricoverato al BDF Military Hospital dopo il terribile incidente di ieri pomeriggio al gran premio del Bahrein, si sta riprendendo dallo shock e intanto i medici continuano a prestargli le cure del caso. Il 34enne ha subito ustioni alle mani, ma non sembra abbia fratture anche se continua a lamentare un forte dolore al piede. Le sue condizioni non destano alcuna preoccupazione e, come annunciato sui social dalla Haas, domani Gosjean lascerà l'ospedale. Il pilota -ha twittato la Haas- «sta continuando la sua convalescenza all'Ospedale Militare del Bahrain, dove ha trascorso la notte. I trattamenti applicati per le bruciature ai dorsi delle sue mani stanno procedendo bene. Grosjean ha ricevuto la visita del team principal Gunther Steiner, ed è stato anticipato che verrà dimesso nella giornata di martedì 1ø dicembre. Ulteriori informazioni verranno diffuse quando disponibili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA