F1, pagelle Gran Premio d'Azerbaigian: Verstappen domina, poi sbatte. Vettel incanta, Ferrari in chiaroscuro

Domenica 6 Giugno 2021 di Piergiorgio Bruni
Verstappen controlla l'auto dopo l'incidente a muro

Queste le pagelle del Gran Premio d'Azerbaigian, sesta prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Sul circuito cittadino di Baku, dopo un inaspettato incidente capitato a Verstapppen a 5 tornate dalla fine della gara, vince in ripartenza il compagno di team Sergio Perez su Red Bull. Dietro il fortunato messicano, si piazzano Sebastian Vettel con l'Aston Martin e Pierre Gasly con l'Alpha Tauri.

 

VETTEL – voto 8: Che bello rivederlo confrontarsi tenacemente con i migliori e andare a podio! Il tedesco è forte e completo, soprattutto quando non si chiude a riccio, eclissandosi in un mondo di ricordi. Il suo unico neo è la tenuta mentale, specialmente quando non ha un auto in grado di fargli vincere il titolo Mondiale. INCANTEVOLE

 

PEREZ – voto 7.5: Sul gradino più alto del podio dopo l'incidente a Verstappen, ma con merito. Prima parte della gara a rincorrere e sorpassare, come un forsennato, seconda a gestire e tenere a bada Lewis Hamilton. Una prova di carattere del messicano, finalmente a proprio agio all'interno della famiglia dei "bibitari". RAFFORZATO

 

VERSTAPPEN – voto 7: A 5 giri dalla bandiera a scacchi, dopo aver dominato il gran premio, viene tradito dalle gomme. Finisce a muro sul rettilineo del traguardo, consegna la vittoria di tappa a Perez e una piccola boccata d'ossigeno al nemico Hamilton. Merita, comunque, un lungo e fragoroso applauso. SUPER SFIGATO

 

GASLY – voto 6.5: Un weekend decisamente positivo e oltre le più rosee aspettative della vigilia. La macchina, tra alti e bassi, regge bene l'urto della pista pseudo cittadina, regalando al 25enne francese un podio più che nobile e, di conseguenza, punti importantissimi per la scuderia. ACCESO

 

LECLERC – voto 6: Bravissimo e aiutato dalla sorte in qualifica, maledettamente impotente durante il gran premio. Parte alla grande dalla pole position, cerca di reggere l'urto di Red Bull e Mercedes, ma dopo una manciata di giri in testa deve alzare bandiera bianca. E così fino al traguardo, nonostante le emozioni post incidente di Verstappen. TIMIDO

 

SAINZ JR – voto 5.5: Dopo l'exploit di 2 settimane fa a Montecarlo, stavolta tra le curve azere non riesce a regalarsi un convincente podio bis. Commette una serie di errori che gli pregiudicano una gara da protagonista e riportano la sua Ferrari, comunque affaticata, nel grigiore delle retrovie. Il praticantato in Rosso continua tra alti e bassi. SINGHIOZZANTE 

 

MAZEPIN – voto 4.5: Non essere performanti è una possibilità che va messa in preventivo, e difficilmente criticabile a un rookie, ma creare con incredibile abnegazione situazioni di disagio/pericolo per i colleghi del circus, diventa però un problema piuttosto serio. La Haas arranca, ma lui è acnora impresentabile a certi livelli. IMMATURO

 

BOTTAS – voto 4: Completemente ridimensionato, lontanissimo del podio e umiliato da Alfa Romeo e  Williams, le ultime settimane sono state un calvario per il boscaiolo finlandese. Con un Mondiale, in apparenza aperto a colpi di scena e impensabili sorprese, lui riesce a eclissarsi dall'Olimpo dei migliori con invidiabile costanza. INQUIETANTE

Ultimo aggiornamento: 7 Giugno, 11:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA