Formula 1, le pagelle del GP di Russia: Lewis Hamilton vince su Max Verstappen. Sainz Jr. ottimo terzo, Leclerc 15esimo

Domenica 26 Settembre 2021 di Piergiorgio Bruni
Un'immagine del vincitore del GP

Queste le pagelle del Gran Premio di Russia, 15esima prova del Mondiale 2021 di Formula 1. Sul circuito di Sochi, al termine di un weekend ricco di sorprese, contrattempi meccanici e pioggia, vince Lewis Hamilton. Dietro al pilota inglese, al successo numero 100 in carriera, si piazzano Max Verstappen con la Red Bull e la Ferrari di Carlos Sainz Jr.. Quindicesimo Leclerc.

HAMILTON – voto 8: Non tra le migliori performances sul tracciato russo, tuttavia alla fine conquista il 100esimo successo in Formula 1. Allunga nel Mondiale Piloti su Verstappen e si proietta, col solito piglio cannibalesco, verso un finale di stagione da fuochi d'artificio. IMPLACABILE

VERSTAPPEN – voto 7.5:
Parte dall'ultima fila a causa del cambio di power unit e si getta, con la solita abnegazione strafottente, alla rincorsa dei primissimi. Un occhio alla strada, l'altro alla classifica Piloti: l'obiettivo, stavolta, è limitare i danni. Ci riesce alla grande. DIROMPENTE

SAINZ JR. – voto 7: Trascorre la prima parte della gara al comando, gestendo con audacia e autorevolezza i tentativi di sorpasso di Norris. Le gomme, però, lo tradiscono nel momento più importante, ma riesce a ritagliarsi un pomeriggio da protagonista. Protagonista, ovviamente, rispetto al solito. INCOLPEVOLE

NORRIS – voto 6.5:
Cavalca l'onda lunga del Rinascimento McLaren e, 2 settimane dopo la doppietta di Monza, si ritrova a misurarsi per il successo finale. Anche se con l'arrivo della pioggia va nel pallone e decide di non cambiare gli pneumatici, merita di vivere pomeriggi simili. Dimostra concretamente che il lavoro, quello duro, quello che ti spreme come un tubetto di dentifricio, alla fine paga. IRREPRENSIBILE

LECLERC – voto 6: Dal fondo della pit lane, purtroppo, non ha grosse possibilità di andare in Paradiso. Fa la sua gara, con coraggio e rispetto. Forza e dignità. La Ferrari, pur essendo più competitiva rispetto ad altri gran premi, è sempre la stessa. E lui può soltanto pazientare e guardare avanti. ATARASSICO

OCON – voto 5.5: Il confronto col compagno di team Alonso, pure in Russia, premia lo spagnolo bi-campione del Mondo. Ha una vettura con mille problematiche, nessuno glielo nega, ma il suo valore è senza alcun dubbio ben superiore dell'11esima posizione finale. INCEROTTATO

TSUNODA – voto 4.5: Dopo un avvio di Campionato importante e luminoso, non riesce più a emergere dai bassifondi della classifica. Nella morsa delle Haas, a duellare con l'Alfa Romeo, dimostra che deve ancora crescere parecchio. Sia tecnicamente, sia a livello di strategia. AFFLOSCIATO

BOTTAS – voto 4:
Lo iscrivono, gioco forza, al club russo dei cambio-motoristi e si ritrova a scattare dalla 17esima posizione. La scelta, pur mascherata da un'eventuale, possibile, rottura del motore, permette alla Mercedes di marcare stretto Verstappen e dare maggiore libertà d'azione al solito Hamilton. In teoria. La pioggia gli salva il pomeriggio. SACRIFICALE

Ultimo aggiornamento: 15:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA