Si alza il sipario sugli Europei di calcio: inaugurato l'Uefa Festival a Piazza del Popolo

Venerdì 11 Giugno 2021 di Piergiorgio Bruni
Una veduta della Uefa Fan Zone di Piazza del Popolo

Sbandieratori, musica e voglia di ripartire. La cerimonia del taglio del nastro dell’Uefa Festival, effettuato dal sindaco Raggi stamattina a Piazza del Popolo, è stata una festa nella festa. «Abbiamo passato un anno duro – ha spiegato la prima cittadina della Capitale – ma ora guardiamo avanti. Ci stiamo mettendo tutto per creare un presente e un futuro sicuro». Con lei il presidente della Federcalcio Gabriele Gravina, Daniele Frongia vice capo Gabinetto del Ministro delle Politiche giovanili e vero deus ex machina dell’organizzazione della kermesse nella Città Eterna, esponenti della Uefa ma, soprattutto, tantissimi appassionati. E molti curiosi, baciati da un bellissimo sole (finalmente) e avvolti, idealmente, dalle numerose bandiere tricolori sparse un po’ ovunque.

 

Italia-Turchia, ecco dove vedere la partita in tv o streaming. Cresce l'attesa dei tifosi

 

Roma, ancora una volta, è simbolo di ripartenza. Di ricostruzione. Di speranza. Alle pendici del Pincio, appoggiato sul lato che guarda frontalmente il Tevere, un mega palco con due maxischermi su cui verranno proiettate tutte le gare di Euro2020. Nel rispetto, si sa, di una serie di restrizioni covidiane legate alle modalità d’accesso e alla capienza dell’intera zona: potranno accedere fino a 2000 persone contemporaneamente e la prenotazione per assistere ai match (riservato a 1000 anime) sarà disponibile su euro2020roma.com. La gestione dei flussi di questa fan zone, invece, viene costantemente monitorato attraverso un servizio di conteggio gestito dal personale della security con il supporto dei Mobilty Makers, i circa 300 volontari reclutati dal Campidoglio.

Ma non finisce qui. Il Football Village, infatti, è composto pure da un’altra macroarea. Un angolo di piazza prettamente commerciale, dove i visitatori possono visitare stand gestiti dai diversi sponsor, assaggiare prodotti enogastronomici locali e intrattenersi con attività ludiche. Per adulti e bambini. Insomma, un mese intenso di musica e sport. Socialità e passione. Emozioni e, si spera, festeggiamenti per la Nazionale. La nostra Nazionale.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA