Le pagelle di Roma-Young Boys: Calafiori è sbocciato (7,5), Mayoral (7) e Pedro (7) volano

Giovedì 3 Dicembre 2020 di Francesco Balzani

PAU LOPEZ 5,5

Vuole tornare titolare, ma sul primo e unico tiro di Nsamé si fa infilare con facilità

IBANEZ 6

Divieto di ingresso, ma pure un errore di impostazione che costa il vantaggio svizzero (1’st Spinazzola 6: ingresso soft)

CRISTANTE 5,5

Si sacrifica ancora, ma nel duello con Nsamé mostra che il suo ruolo è un altro. Bene quando esce palla al piede senza paura (21’st Fazio 6: balla un po’)

JUAN JESUS 6

Non serve essere Superstar contro Fassnacht. Usa l’esperienza, e tanto basta

BRUNO PERES 6,5

Più disinvolto rispetto a Karsdorp, ma anche tanto fumoso 

DIAWARA 6

Si divide la regia con Villar ma a fine giornata deve registrare qualche ciak sbagliato di troppo

VILLAR 6,5

Trottola tra le maglie gialle con personalità e stile. Le doti si vedono tutte, anche qualche limite ma alla sua età sarebbe strano non fosse così (15’st Pellegrini: amministra)

CALAFIORI 7,5

Calafiori, cuori e picche. Come nella ripresa quando con un capolavoro regala il primo posto alla Roma. Fronte alta e muscoli tesi, c’è un futuro sicuro

PEDRO 7

Old Lion di fronte agli Young Boys. E’ in tutti i respiri offensivi della Roma. (1’st Mkhitaryan 6,5: prova a ruggire più forte impegnando seriamente tutti e 4 i cantoni svizzeri e provocando l’espulsione di Camara)

PEREZ 6,5

Decisivo sul pareggio di Mayoral e con tanta voglia da mostrare. A volte con troppa fretta

MAYORAL 7

Sembrava un oggetto misterioso, ma non lo è. Quarto gol in Europa e un lavoro alla Dzeko che cresce di giorno in giorno. Non è più caporal. (15’st Dzeko 6,5: fa tris avviando e concludendo l’azione)

FONSECA 7

Aveva alzato lo scudo spartano in conferenza. Ieri usa la lancia e si prende il primo posto con una prestazione dominante resa più dura solo da un errore difensivo

© RIPRODUZIONE RISERVATA