La Roma rinasce a Rotterdam: gara sospesa 15'
per lancio d'oggetti, banana contro Gervinho

Giovedì 26 Febbraio 2015
La banana gonfiabile lanciata verso Gervinho

ROTTERDAM - La Roma si qualifica agli ottavi di Europa League, battendo gli olandesi del Feyenoord 2-1 nella gara di ritorno dei sedicesimi di finale. Al’andata all’Olimpico il match si era chiuso 1-1. Anche se quella partita resterà alla storia per gli scontri che hanno paralizzato e danneggiato per milioni di euro la capitale. Questa gara, invece, verrà ricordata per una sospensione: l’arbitro Turpin in seguito al ripetuto lancio di oggetti in campo, al ’9 del secondo tempo ha sospeso la gara. Un oggetto avrebbe colpito lo stesso giudice di gara. Dopo 15 minuti la partita è ripresa con la vittoria e la qualificazione dei giallorossi.

Poco prima della sospensione c’era stata un’espulsione nelle file della squadra olandese, in dieci per il rosso a Te Vrede reo di un fallo su Manolas. I giallorossi, al momento dello stop, conducevano il match per 1-0 grazie alla rete di Ljajic al 47’.

Nel primo tempo la gara era stata sospesa già per qualche istante dopo il lancio di una banana gonfiabile in campo. L’oggetto era stato rimosso prontamente dal guardialinee e l’arbitro aveva minacciato una sospensione in caso di episodi analoghi. E così è stato.

Ultimo aggiornamento: 27 Febbraio, 09:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA