Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle: Saponara, pennellata d'autore. Vlahovic vince il confronto con Ibrahimovic

Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle
Fiorentina-Milan 4-3, le pagelle
di Daniele Petroselli
5 Minuti di Lettura
Sabato 20 Novembre 2021, 22:47 - Ultimo aggiornamento: 22:48

Al Franchi è Fiorentina spettacolo. Battuto 4-3 il Milan e ripartenza da sogno dopo la sosta per le Nazionali. La Viola passa al 15' con Duncan dopo un erroraccio in presa alta di Tatarusanu, poi trova il raddoppio al 46' con un destro a giro di Saponara. Vlahovic con due gol (60' e 87' chiude i conti) dopo che i rossoneri rialzano la testa con la doppietta di Ibrahimovic (61' e 67') e l'autogol di Venuti allo scadere.

LE PAGELLE DELLA FIORENTINA

Terracciano 6.5: dopo il vantaggio fortunoso, il Milan pressa forte e lui respinge qualsiasi cosa passi dalle sue parti. Sui gol può davvero poco.

Odriozola 6: legge bene molto spesso le diagonali per andare a chiudere le incursioni rossonere. Meno bene quando il Milan torna a credere nella rimonta, perché soffre dalla sua parte un Hernandez straripante. Alla fine però la sufficienza ci sta.

Venuti 6.5: sarà anche una difesa rabberciata, ma comunque tiene botta a un Milan per larghi tratti. Sventa su Leao dopo pochi minuti, vive una serata in perenne pericolo ma si destreggia bene, nonostante tutto. Incolpevole sull'autogol nel finale.

Igor 6.5: Salva su Leao verso la fine della prima frazione, dalle sue parti è difficile passare. Davvero una serata da ricordare, soprattutto per quanto fa sul 3-2, quando blocca spesso le sortite di Messia e Bennacer.

Biraghi 6.5: ottimo in fase di copertura, soprattutto dopo il vantaggio quando il Milan pressa forte per recuperare terreno, ma anche davanti tenta qualche cross interessante.

Bonaventura 5.5: non è semplice giocare contro la propria ex squadra. Meno attivo di altre volte, si vede poco e quando lo fa purtroppo lo fa male, vedi la palla che rianima il Milan dopo il 3-0. (Dal 24' st Castrovilli 6: entra nel momento più delicato della partita e fa comunque la sua parte)

Torreira 6: il metronomo del gioco della Viola, che ancora non riesce a trovare la continuità per tutti i 90', ma quando si accende è comunque positivo.

Duncan 7: rapido nello sfruttare l'errore clamoroso di Tatarusanu, per tutta la sera è una spina nel fianco dei centrocampisti rossoneri, che prova a fermare prima che inventino qualcosa. Bello l'assist per Vlahovic per il 3-0. (Dal 48' st Maleh sv)

Callejon 6: a tratti sembra di vedere quello di Napoli, con inesti sempre dietro la linea avversaria. Però cala alla distanza, nel momento in cui serve una mano da tutti per tenere il vantaggio. (Dal 24' st Gonzalez 6.5: entra quando ormai c'è da contenere e ripartire. E fa tutto alla perfezione. Un suo recupero regala il bis a Vlahovic)

Vlahovic 8: non sivede tantissimo, perché per larghi tratti è costretto a fare a sportellate con Kjaer e non solo, ma quando c'è da pungere lo fa. Un gol dei suoi per il momentaneo 3-0 e poi micidiale a fine gara quando trova il bis. Una furia.

Saponara 7.5: sulla sinistra prova a dare quel pizzico di fantasia che serve per superare la difesa rossonera. Allo scadere della prima frazione si inventa una pennellata d'autore per il raddoppio. Per poco non si prende anche un rigore, che sembra esserci. Sublime.

all. Italiano 7: sono lontani i tempi in cui asfissiava gli avversari per poi calare fatalmente nella ripresa. Ora la sua Fiorentina sa gestirsi meglio e quando ha l'opportunità fa male, molto male. Cresce eccome la Viola e se lo merita.

LE PAGELLE DEL MILAN

Tatarusanu 4: un errore marchiano apre le porte al vantaggio della viola. Può poco sul tiro pazzesco di Saponara. Serataccia.

Kalulu 6.5: si vede molto dopo il primo vantaggio dei padroni di casa. A destra prova a muoversi parecchio per cercare quell'uno contro che può creare la superiorità. Comunque uno dei migliori lì dietro. (Dal 12' st Florenzi 5.5: non è ancora in forma e si vede. Dalle sue parti passano spesso, prova a metterci qualche pezza ma non basta)

Kjaer 5.5: lì dietro si vive una di quelle serate no che possono capitare. Lui prova a tenere su la baracca finchè può, ma non è che possa fare miracoli se gli altri no girano. E qualche sbavatura la commette anche il danese.

Gabbia 4: se Tatarusanu si fa sfuggire la palla, lui invece di calciarla via prova a difendere il suo spazio contro un armadio come Duncan e ha la peggio. C'è anche il suo zampino nell'errore dell'1-0. E sul 3-0 si lascia partire Vlahovic dietro le spalle.

Theo Hernandez 6: quando ha spazio, non si riesce a contenere. La Fiorentina da quella parte ha buoni giocatori che riescono a tenerlo a bada. In una delle sue percussioni regala il 3-2 a Ibra. Poi però l'erroraccio che permette a Vlahovic di chiudere a 5' dalla fine la gara.

Kessie 5.5: l'ivoriano è ancora lontano parente di quello visto lo scorso anno, l'elemento decisivo che fa la differenza. Quando c'è da lottare lo fa, ma il passo è ancora incerto e a sprazzi.

Tonali 6.5: il Milan va in difficoltà e lui non si tira indietro nel provare una reazione credibile. Sta crescendo in personalità. (Dal 29' st Bennacer 5.5: tenta di scuotere la mediana, ma senza troppo successo)

Saelemaekers 5: si vede solo a sprazzi, poi però scompare completamente, avulso dalla manovra rossonera. Fatica tanto adesso, troppo. (Dal 12' st Messias 6: sul 3-0 prova a regalare qualche possibilità in più all'attacco rossonero e si fa comunque notare)

Brahim Diaz 5: può essere l'uomo che dà fantasia alla manovra d'attacco del Milan e invece rimane ingabbiato nella morsa dei padroni di casa, che non gli lasciano spazi in cui può operare. (Dal 12' st Giroud 5.5: insieme a Ibra è una coppia che fa paura alla difesa viola. Anche se le occasioni latitano per il francese)

Leao 6.5: l'elemento con più verve in attacco. Svaria molto, prova sempre la giocata in velocità. Ha diverse opportunità, ben murate dalla difesa viola. Ci crede sempre ma ha poca fortuna. (Dal 35' st Krunic sv)

Ibrahimovic 7: si divora un gol a fine primo tempo che per lui era molto semplice, si rifà nella ripresa trasformando in gol il regalo dell'ex Bonaventura e poi concede il bis che rianima, anche se per poco, le speranze rossonere.

all. Pioli 5: l'errroe iniziale di Tatarusanu rovina i piani del suo Milan, che però subisce gol proprio nei momenti chiave dell'incontro. Serataccia che può capitare, ma il tecnico sa come rialzarsi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA