Oscar Damiani non fa sconti al Var: «In A più polemiche di prima, ma non doveva essere il contrario?»

Oscar Damiani non fa sconti al Var: «In A più polemiche di prima, ma non doveva essere il contrario?»
Oscar Damiani non fa sconti al Var: «In A più polemiche di prima, ma non doveva essere il contrario?»
di Marco Lobasso
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 3 Novembre 2021, 05:01 - Ultimo aggiornamento: 11:23

Ogni settimana la stessa storia, errori veri o presunti degli arbitri, polemiche, e poi gli interventi del giudice sportivo. Il calcio italiano ai tempi del Var è diventato un caos, di difficile comprensione, la pensa così anche Oscar Damiani, ala di livello internazionale negli anni 70, poi manager di alto profilo nel mondo del calcio.
Che momento è per gli arbitri italiani?
«Un momento no, decisamente. Il Var non ha fatto altro che complicare la vita degli arbitri e di tutti gli addetti ai lavori. Doveva essere la risoluzione dei problemi, invece le polemiche sono cresciute a dismisura. Sarò all'antica, ma io sono per quello che si vede in diretta, per quello che vede l'arbitro in prima battuta. Questo Var mi sembra davvero un disastro per il calcio italiano».
Oscar Damiani è un ex sia di Milan sia di Napoli, le due squadre che stanno duellando in testa al campionato.
«Spalletti è un grande e la squadra lo segue; poi in difesa è fortissima, ha una rosa imponente e ha gente come Petagna che si fa trovare sempre pronto quando è il suo momento. Il Milan dal canto suo ha una identità e un gioco fortissimi, tra la società e Pioli c'è un rapporto intenso, che mi colpisce. E questo è un grande fattore di vantaggio».
Quindi solo Milan e Napoli per lo scudetto? Possibile?
«No, c'è anche l'Inter; siamo solo a 11 partite disputate e tutto è ancora in gioco. Ma a parte l'Inter, che ha un grande organico, è però difficile che rientri una quarta squadra. La Juve ormai è troppo lontana, la Roma va a corrente alternata così come l'Atalanta».
Il giocatore che più l'ha sorpreso in questo inizio di torneo.
«Direi Osimhen. L'avevo visto giocare ma non pensavo diventasse così forte e così decisivo; per il Napoli sarà un gran vantaggio».


riproduzione riservata ®

© RIPRODUZIONE RISERVATA