Omicidio a Colleferro, Willy sognava di giocare con l'As Roma. Il messaggio della squadra: «Il suo sogno spezzato»

Lunedì 7 Settembre 2020
Omicidio a Colleferro, il cordoglio dell'AS Roma: «Il suo sogno spezzato. Riposa in pace, Romanista»
«Willy Monteiro Duarte sognava di poter indossare un giorno la maglia della sua amata AS Roma». Così il team giallorosso ha voluto ricordare sui suoi canali social il ragazzo morto dopo essere stato picchiato a Colleferro. Il 21enne era un tifoso della Roma e la società ha voluto rendergli omaggio con un messaggio di cordoglio a corredo di una foto del ragazzo. «Il suo sogno - continua il tweet - è stato spezzato la notte scorsa, nel modo più tragico e brutale possibile. I nostri pensieri vanno alla famiglia e agli amici di Willy. Riposa in pace, Romanista».

Leggi anche > Colleferro, Willy ucciso di botte a 21 anni. Chi sono gli arrestati: i due fratelli «picchiatori» col culto della violenza

Un messaggio condiviso da molti tifosi insieme all'augurio che la società presenzi ai funerali e porti una maglia autografata.
 

Willy, 21 anni, italiano di origini capoverdiane, abitava a Paliano, nel frusinate: per aver difeso poco prima un suo amico, è stato aggredito selvaggiamente, preso a calci e pugni anche in testa, a Colleferro, in provincia di Roma. Per l'aggressione sono stati arrestati quattro ragazzi tra i 22 e i 26 anni, rintracciati dai carabinieri di Colleferro poco dopo il pestaggio: erano ad Artena, dove erano fuggiti a bordo di un'auto. Il reato di cui sono accusati è omicidio preterintenzionale.

Per gli amici di Willy la tragedia sarebbe dovuta a uno scambio di persona per via del colore della pelle. Si dicono sicuri che non avrebbe mai preso parte ad una rissa se non per provare a calmare le acque. «Mai un litigio, mai un problema adolescenziale o di scuola. Sempre ligio, rispettoso delle regole e del prossimo», hanno dichiarato - sconvolti -  all'Agi i ragazzi di Paliano.  Ultimo aggiornamento: 12:45 © RIPRODUZIONE RISERVATA