Il Napoli di Gattuso non sbaglia più,
3-1 alla Spal e Roma nel mirino

Domenica 28 Giugno 2020

Quinta vittoria di fila per il Napoli. La squadra di Gattuso regola con un perentorio 3-1 la Spal e si porta a tre punti dalla Roma, battuta nettamente a San Siro. I punti da recuperare sulla zona Champions per gli azzurri, però, rimangono 12 visto il successo dell'Atalanta sul campo dell'Udinese. Per riaprire i giochi Mertens e soci devono necessariamente battere gli orobici nello scontro diretto in programma giovedì a Bergamo, ma ugualmente complicata appare la missione salvezza della Spal, che deve colmare un gap di otto punti dalla quartultima, il Genoa.
IL NAPOLI PARTE FORTE. Il risultato si sblocca dopo appena tre minuti. La Spal sbaglia in uscita con Felipe, Fabian serve in profondità Mertens, tocco sotto e vantaggio immediato. L’arbitro inizialmente annulla per fuorigioco, poi convalida dopo il conforto della Var. Gli azzurri sono padroni del campo. Lobotka e Fabian giocano in bello stile, Elmas prova a inserirsi. Callejon e Insigne si trovano alla perfezione e il Napoli domina per i primi venti minuti. La Spal è pericolosa a sinistra con Reca, bravo a trovare spazio, ma l’inerzia è tutta del Napoli. Insigne colpisce il palo al 28’, poi la Spal ha un sussulto al 29’. Il solito Reca trova Petagna – già del Napoli – che segna e non esulta. Il Napoli si riorganizza e ristabilisce le distanze in appena 7 minuti: Elmas trova Callejon al 36’, controllo e diagonale vincente dello spagnolo. Segna anche Insigne su assist di Mertens, ma la Var annulla per fuorigioco del belga e così il risultato all’intervallo resta sul 2-1.
LA RIPRESA. Di Biagio inserisce Valoti al posto di Reca, la partita però continua a farla il Napoli, che sfiora più volte la terza marcatura. Meret è attento sul tentativo da fuori del nuovo entrato della Spal, al 10', e Gattuso capisce che servono forze fresche: dentro Milik e Lozano per Mertens e Insigne. Di Biagio risponde con Dabo e D'Alessandro per Murgia e Strefezza. Entra anche Younes nel Napoli e ci mette una manciata di minuti per blindare il risultato: perfetto l'assist di Fabian per la testa del tedesco che da pochi passi non sbaglia. Younes va anche vicino alla quarta rete pochi minuti dopo con un destro che si spegne a lato di pochissimo. Pericoloso anche Lozano, con un paio di affondi non baciati dalla buona sorte. Nella Spal dentro Floccari, che sfiora la rete con una girata aerea velenosa, ma è tardi ormai per ribaltare il destino del match. Finisce tre a uno ed è il risultato che meglio rispecchia l'andamento della gara, con un Napoli che conferma il suo buon momento di forma e una Spal che vede sempre più vicino lo spettro della retrocessione.

LEGGI LA CRONACA

Guarda la classifica

Ultimo aggiornamento: 22:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA