Tragedia Sala, l'aereo precipitò per un errore del pilota che non aveva la licenza per quel volo

Venerdì 13 Marzo 2020

Morte del calciatore Sala. Fu la perdita di controllo da parte del pilota a causare l'incidente nel quale l'anno scorso morì il calciatore argentino Emiliano Sala, precipitato a bordo di un piccolo jet nella Manica.

Leggi anche >  Emiliano Sala e le foto choc del cadavere in obitorio. La polizia: «Li abbiamo già presi»

Lo ha stabilito l'inchiesta condotta dall'Air Accidents Investigation Branch britannica, secondo i cui risultati il pilota - David Ibbotson, il cui corpo a differenza di quello di Sala non è mai stato ritrovato - avrebbe portato il velivolo a una velocità eccessiva rispetto alle sue potenzialità nelle condizioni di buio e tempo meteorologico instabile. E potrebbe essere rimasto intossicato da un'infiltrazione di monossido di carbonio in cabina.

Inoltre, David Ibbotson, il pilota morto nell'incidente aereo che costò la vita anche all'attaccante argentino Emiliano Sala, non aveva la licenza per essere pagato da clienti per il trasporto e non poteva viaggiare di notte, perché non aveva completato l'addestramento necessario

La tragedia avvenne mentre Sala, idolo dei tifosi del Nantes, era in viaggio fra la città francese e il Galles subito dopo il trasferimento al Cardiff City, club gallese della Premier League inglese. E suscitò forte emozione a Nantes come in Argentina, ma anche polemiche da parte della famiglia del goleador. Dubbi erano del resto già emersi sulla validità della licenza di Ibbotson per il volo notturno e il trasporto passeggeri.

Ultimo aggiornamento: 17:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA