Lorenzo Insigne a Toronto: «Non sono qui per i soldi, ma per i miei figli». E sfodera il suo inglese

Lorenzo Insigne a Toronto: «Non sono qui per i soldi, ma per i miei figli». E sfodera il suo inglese
Lorenzo Insigne a Toronto: «Non sono qui per i soldi, ma per i miei figli». E sfodera il suo inglese
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 11:28 - Ultimo aggiornamento: 14:46

Dopo tanti anni a Napoli, anche da capitano, Lorenzo Insigne si presenta a Toronto, dove a 31 anni inizierà una nuova carriera nel Toronto Fc. E ci tiene subito a sottolineare: «Non sono qui per i soldi, ma per i miei figli e mia moglie». L'ex attaccante del Napoli, che ha firmato per i canadesi a parametro zero dopo il mancato accordo con il club partenopeo, è stato presentato in conferenza stampa poche ore fa.

«Per me e la mia famiglia inizia una nuova avventura, è la prima volta che siamo andato via da Napoli e questa situazione è tutta da scoprire. Il presidente mi ha parlato bene di questa città fin dal primo giorno, non vedevo l'ora di affrontare questa nuova esperienza. Ho visto la partita allo stadio, è stato molto bello, ma sto male, chi mi conosce sa che non vedo l'ora di giocare», le sue parole.

«In molti pensano che sono qui per i soldi - aggiunge -, ma ho fatto questa scelta per i miei figli e mia moglie. Ringrazio il presidente e la società che mi hanno dato l'opportunità di sentirmi un giocatore importante. Ho giocato 10 anni a Napoli, sono abituato ad un certo tipo di pressione. Sono molto contento di aver accettato questa sfida». E arrivano anche le sue prime parole in inglese: rivolto al presidente, gli dice «all for one», il motto del club, scatenando gli applausi dei giornalisti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA