Juventus-Roma, le pagelle: Locatelli punto riferimento, Veretout sbaglia dopo 13 rigori

Domenica 17 Ottobre 2021 di Francesco Balzani e Fabrizio Ponciroli

Juventus-Roma 1-0, le pagelle della sfida allo Stadium. Gol decisivo di Kean, mentre Veretout si fa parare un rigore.

 

PAGELLE JUVENTUS (di Fabrizio Ponciroli)

SZCZESNY 7 Subito protagonista, si trasforma in eroe parando il rigore di uno specialista come Veretout. Rinato.

DANILO 6,5 Fa tutto in campo e lo fa tremendamente bene. Decisivo in un paio di recuperi. Il vero Jolly di Allegri.

BONUCCI 6,5 Abbattuto da una gran pallonata, si rialza e gioca con la solita maestria. Con Chiellini si trova a meraviglia e organizza bene il gioco dalle retrovie.

CHIELLINI 6,5 Perde un pallone sanguinoso ma si riscatta alla grande, giocando sempre con la massima intensità. Gladiatore immarcescibile.

CUADRADO 6 Spinge meno del solito ma è comunque prezioso. Quando ha la palla, la smista con semplicità, senza rischiare nulla.

BENTANCUR 6,5 Perfetto nel pressing, bravo negli inserimenti. Finalmente è anche preciso nei passaggi. Una prestazione solida. Motorizzato.

LOCATELLI 7 Parte in sordina ma diventa presto un punto di riferimento nella costruzione del gioco bianconero. Buona applicazione anche a livello difensivo.

BERNARDESCHI 6,5 Un paio di strappi importanti e una rovesciata bellissima che avrebbe meritato più fortuna. L’impegno è lodevole, deve imparare ad essere più concreto (31’ st Arthur 6: benzina nelle gambe).

DE SCIGLIO 6,5 L’assist per la rete di Kean è la conferma che può essere utile alla Juventus. Gioca con enorme umiltà, svolgendo il suo lavoro diligentemente. Soldato (43’ st Alex Sandro ng).

CHIESA 6 Nel primo tempo fatica enormemente a ritagliarsi lo spazio per puntare l’avversario. Nella ripresa continua a dimenarsi ma non trova il guizzo giusto (26’ st Kulusevski 5,5: potrebbe dovrebbe fare molto di più).

KEAN 6,5 Fortunato sul gol che sblocca la partita. Si divora il raddoppio. Buona la determinazione con cui attacca la profondità (21’ st Morata 6: porta la sua raffinata eleganza a servizio dei compagni).

ALLEGRI 7 La cura Allegri funziona. La scelta di affidarsi a De Sciglio e Kean paga. Finalmente si comincia a vedere il suo lavoro a livello di applicazione difensiva.

 

PAGELLE ROMA (di Francesco Balzani)

RUI PATRICIO 5,5 Nei big match rischia sempre il pasticcio. Il gol non è irresistibile, lo è ancor meno la rovesciata di Bernardeschi che smanaccia sui piedi di Kean

KARSDORP 5,5 Quando spinge diventa un pericolo, peccato lo faccia col contagocce. Il duello lo vince De Sciglio

MANCINI 6 Non ha colpe sul gol e mantiene lucidità quando Chiesa prova a fargli sentire il peso dell’azzurro

IBANEZ 5,5 Errore imperdonabile sul gol di Kean quando si lascia sopraffare nettamente. Non basta ringhiare per il resto del match

VINA 6 Buoni spunti ma pure qualche attimo di paura con Cuadrado

VERETOUT 5 Sbaglia il rigore più importante dopo averne segnati 13 di fila. Ma tutta la serata è parecchio nervosa (80’ Shomurodov ng)

CRISTANTE 6 Contrasta centralmente facendo più da incudine che da martello. Ecco, a volte servirebbe martellare

ZANIOLO 6 Parte come una furia, ma forse proprio le troppe fiamme gli bruciano un altro Juve-Roma. Stavolta senza drammi come due anni fa, ma è costretto a uscire. (26’ El Shaarawy 6: qualche buona giocata, ma non ha il fisico di Nicolò)

PELLEGRINI 5,5 Stella offuscata dove è più difficile brillare. Lorenzo non trova spunti dopo un quarto d’ora in cui sembrava sul pezzo. La prima da capitano allo Stadium è da bocciare

MKHITARYAN 5,5 Anonimato tecnico anche per ragioni tattiche. L’unico lampo è a fine primo tempo quando si guadagna il rigore

ABRAHAM 6 Stringe i denti e ha voglia di spaccare il mondo. Entra in tutte le azioni pericolose ma raramente ha campo davanti per far male. Si poteva risparmiare il litigio con Veretout per il rigore

MOURINHO 5,5 Sente l’odore del nemico ma riceve tre mazzate in un tempo. E questa Roma non è ancora adatta a sopportare tanto dolore. Passo indietro, e terza sconfitta.

Ultimo aggiornamento: 23:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA