Coming out in Inghilterra, Daniels 17enne del Blackpool: «Sono gay e adesso finalmente sto bene»

Il giovane calciatore del Blackpool è il primo professionista in attività a fare coming out nel Regno Unito, dopo Justin Fashanu nel 1990

Lunedì 16 Maggio 2022 di Niccolò Dainelli
Jake Daniel fa coming out. L'attaccante 17enne del Blackpool: «Sono Gay e adesso finalmente sto bene»

Jake Daniels, calciatore 17enne del Blackpool, club della serie B inglese, ha fatto coming out. La sua decisione lo ha reso l'unico calciatore professionista maschio dichiaratamente gay nei campionati di calcio del Regno Unito. E per il giovane è stato un vero e proprio «sollievo».


Leggi anche > Giorgio Chiellini, l'addio su Instagram ai suoi tifosi: «La Juve è stato tutto. È il momento giusto per salutare»

 

Daniels, nato a Bispham, alle porte di Blackpool, nel nord dell'Inghilterra, di professione attaccante, è il primo calciatore ancora in attività nel Regno Unito a fare coming out, dopo oltre 30 anni. Ai microfoni di Sky Sport UK ha dichiarato: «Era il momento giusto per farlo. Mi sento pronto a raccontare alla gente la mia storia. Da quando ho detto al mondo di essere gay tutto è cambiato. Prima ero stressato sul campo da gioco, a casa con la mia famiglia e con i miei compagni di squadra. Stavo male a livello mentale, mentre adesso sto bene. Sono fiducioso e felice di essere finalmente me stesso». 

 

 

E non è stato sicuramente facile per un ragazzo di 17 anni che si è affacciato da poco nel calcio professionistico, un ambiente che storicamente ha sempre visto l'omosessualità come un taboo. E per questo il giovane Jake ha aggiunto: «Ho pensato a lungo su come dirlo. Quale sarebbe stato il momento giusto. Ma trovate le forze e abbattute le perplessità, adesso finalmente sono me stesso, sono libero e ho fiducia in me».

 

Prima di lui, per trovare un altro calciatore inglese ancora in attività che ha fatto coming out dobbiamo riavvolgere il nastro fino al 1990, quando Justin Fashanu, con una carriera passata tra club scozzesi e inglesi. Ma nell'ultimo periodo il trend a livello mondiale sembra essere cambiato

 

Il giocatore dell'Adelaide United, squadra australiana, Josh Cavallo, infatti, lo scorso ottobre ha dichiarato al mondo di essere gay. E prima di Jake Daniels era anche l'unico giocatore in attività al mondo che ha dichiarato apertamente di essere gay. 

 


L'annuncio di Daniels non è passato sotto traccia. La Premier League, ad esempio, appena saputa la notizia ha espresso la sua vicinanza al giovane calciatore del Blackpool e in un tweet ha scritto: «il mondo del calcio è con te», mentre diversi club hanno definito l'adolescente «un'ispirazione».

 

Come nel caso dello Sheffield United che ha fatto sapere tramite i suoi canali ufficiali che il momento è stato «un monumentale passo avanti per l'inclusione LGBTQ+».

 

HO NASCOSTO CHI SONO


Daniels ha affermato che il suo annuncio è arrivato alla fine di quella che, secondo lui, è stata una stagione fantastica per lui nel Blackpool, durante la quale ha fatto il suo debutto in prima squadra e ha firmato un primo contratto da professionista.

 

«Ma fuori dal campo ho nascosto il vero me stesso e chi sono veramente», ha detto al sito web di Blackpool. «So da tutta la vita di essere gay e ora sento di essere pronto a fare coming out ed essere me stesso. È un passo verso l'ignoto essere uno dei primi calciatori in questo Paese a rivelare la mia sessualità, ma sono stato ispirato da Josh Cavallo, Matt Morton e atleti di altri sport, come Tom Daley. È anche grazie a loro se ho avuto il coraggio e la determinazione di uscire allo scoperto e, chissà, magari guidare il cambiamento».

 

Ultimo aggiornamento: 20:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA