Italia-Spagna 1-2, le pagelle degli azzurri

Mercoledì 6 Ottobre 2021
Italia-Spagna 1-2, le pagelle degli azzurri

Le pagelle di Italia-Spagna 1-2. Si ferma la corsa dell'Italia Mancinia. Dopo tre anni arriva la prima sconfitta per gli azzurri. Decisivi gli episodi: l'espulsione di Bonucci alla fine del primo tempo ha deciso gli esiti dell'incontro. Il due a zero, siglato proprio nel recupero della prima fazione ha chiuso la partita. La reazione degli azzurri nel secondo tempo non basta a capovolgere le sorti dell'incontro.

 

LE PAGELLE DI ITALIA-SPAGNA

 

DONNARUMMA 5,5 - Fischiato per quasi tutta la partita, rischia una figuraccia tremenda (salvato dal palo). Nel finale evita la rete del possibile 3-0.

 


DI LORENZO 5,5 - Spesso in ritardo, fatica a chiudere sulla sua fascia di competenza. Prova a dare una mano in attacco con risultati scarsi.

 


BONUCCI 4 - Lascia la squadra in 10 uomini. Evitabilissimo il primo giallo per proteste. Errore grave per uno con la sua esperienza.

 


BASTONI 5 - Sul primo gol di Ferran Torres si fa trovare impreparato. In difficoltà per tutta la partita. Spaesato e confuso.


EMERSON 6 - Si propone spesso, cercando di infilare l’attenta difesa delle Furie Rosse. L’impegno è lodevole.

 


BARELLA 5,5 - Fatica enormemente a trovare la sua comfort zone. Tocca troppi pochi palloni. Poche idee degne di nota (26’ st Calabria 6: fa il suo a centrocampo).

 


JORGINHO 6 - Sbaglia un paio di facili appoggi e, questa volta, non riesce ad essere il solito ragioniere azzurro. Ha il merito di non arrendersi mai (19’ st Pellegrini 6,5: si butta nella mischia, gol di carattere).

 


VERRATTI 5,5 - Cerca di inventare la grande giocata che possa scuotere l’Italia. Sempre aggredito quando ha il pallone, perde lucidità (13’ st Locatelli 6: intelligenza tattica superiore alla media).

 


CHIESA 6,5 - Si presenta al pubblico di San Siro con un gran destro. Ogni volta che ha la palla tra i piedi crea elettricità nell’aria. La riapre a pochi minuti dalla fine.

 


BERNARDESCHI 5 - Fuori dal gioco e quasi irritante. Si fa notare solo per una bella conclusione deviata sul palo dal Simon. Non può fare il falso nueve (1’ st Chiellini 7: entra e fa sentire i tacchetti. Marcatore vero).

 


INSIGNE 5 - Fallisce un gol gigantesco tutto solo davanti al portiere che avrebbe cambiato il corso del match. Come un piano scordato, le note non escono leggere (13’ st Kean 5,5: corre tanto, poco concreto).

 


MANCINI 5 - Ha tante attenuanti, soprattutto la mancanza di punte vere. La sua striscia di imbattibilità si ferma a 37. Anche in cambi non lo aiutano.

 

Leggi anche > Donnarumma fischiato a San Siro: buu dagli spalti prima di Italia-Spagna

Ultimo aggiornamento: 22:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA