Italia, incubo playoff e Mondiali a rischio: solo 0-0 in Irlanda del Nord

Martedì 16 Novembre 2021 di Marco Zorzo
Italia, incubo playoff: solo 0-0 con l'Irlanda del Nord, Mondiali a rischio

L'illusione dura un tempo. Poi le speranze azzurre si dissolvono nella fredda notte di Belfast. Qui l'Italia non ha mai vinto. Neppure stavolta: 0-0. Mancini come Ventura 4 anni fa: riecco l'incubo dei playoff per andare al Mondiale in Qatar tra un anno.
La Svizzera ha macinato la Bulgaria a Lucerna: 4-0, tutti gol nella ripresa, più due tolti dal Var, dopo aver comunque dominato pure nella prima frazione. A bersaglio per gli elvetici Okafor (48'), Vargas (57'), Itten (72'), Freuler (91').
Morale della favola l'ItalMancini deve passare per l'incubo degli spareggi a marzo, dove il giardino degli azzurri non sarà dolce come quello della famosa canzone di Lucio Battisti. Venerdì 26 sapremo i nomi dei nostri avversari, che potrebbero essere CR7, Ibra, Ramsey con il suo Galles, o l'Austria, oppure Olanda o Turchia e Russia, Scozia. Insomma, una bella gattona da pelare.
La notte irlandese non regala sussulti. Mica facile scardinare il muro verde. Soprattutto quando gli avversari parcheggiano i pullman davanti alla propria area di rigore. Sissignori, in 10 uomini dietro la linea della palla, mica barzellette. Eppure all'8' il tiro-cross di Di Lorenzo per poco non buca il portiere avversario che si rifugia in angolo smanacciando il pallone. Irlanda del Nord che aspetta e poi riparte, ma non è mai pericolosa della parti di Gigio Donnarumma.
Poco prima della mezz'ora ci prova Insigne, il tiro a giro non potente è bloccato da Peacock-Farrell.
E al 37' lo stesso Insigne, imbeccato da Berardi conclude debolmente sul portiere da buona posizione.
Ripresa. Ancora peggiore per i campioni d'Europa che non vincono un duello uno contro uno nemmeno pagarlo oro. Insigne ci riprova (48'), ma il suo diagonale è da dimenticare. Due minuti più tardi Donnarumma tiene in piedi la baracca sulla conclusione ravvicinata di Seville. Chiesa (63') sfiora il bersaglio con una conclusione a giro. Ma la partita dell'Italia, in pratica finisce qui. Al 90' Bonucci salva pure sulla linea dopo l'uscita temeraria di Gigio. Peggio di così non si poteva chiudere il girone di qualificazione. Secondi dietro la Svizzera. Sigh...
Pesano come macigni i due rigori falliti da Jorginho con gli elvetici, tra andata e ritorno all'Olimpico. Amaro Mancini a fine contesa a Belfast: «Purtroppo siamo costretti agli spareggi, ma in Qatar ci andremo e magari vinciamo pure il Mondiale - continua a ripetere - Non era facile qui con l'Irlanda, loro tutti dietro, scardinare una difesa che in casa non ha mai subìto reti. E non dovevamo arrivarci in questa situazione. Troppe le occasioni mancate, tra le due partite con la Svizzera e quella a Firenze con la Bulgaria». Già, tre vittorie buttate via. Purtroppo. Eccoci di nuovo quattro anni dopo con la roulette russa dei playoff.
marco.zorzo@leggo.it

Ultimo aggiornamento: 10:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA