Dramma Zaniolo, per il campione della Roma lesione al crociato sinistro. Il medico della Nazionale: «Distorsione importante»

Lunedì 7 Settembre 2020 di Francesco Balzani
Dramma Zaniolo, per il campione della Roma lesione al crociato sinistro. Il medico della Nazionale: «Distorsione importante»

La bella vittoria dell'Italia contro l'Olanda in Nations League è oscurata dal dramma per Nicolò Zaniolo. Il talento della Roma e della Nazionale si è infortunato al 42’ del primo tempo della sfida agli orange vinta grazie a una rete di Barella sul finale del primo tempo. Per il numero 22 giallorosso è quasi certa la rottura del crociato sinistro. La dinamica dell’incidente è sportivamente drammatica: Zaniolo aveva tagliato in mezzo al campo dalla fascia destra e, avvicinandosi a Van de Beek, ha rimediato una botta al ginocchio destro (quello operato), ma a “girare” male è stato il sinistro spostato per prepararsi al contrasto con il centrocampista dello United. 

Leggi anche > Nicolò Zaniolo, c'è la conferma degli esami strumentali: rottura del crociato del ginocchio sinistro

Subito è arrivato l’intervento dei medici della Nazionale e, dopo qualche minuto passato a terra, Nicolò è uscito sostituito da Kean abbandonando il terreno di gioco sulle sue gambe ma visibilmente spaventato. Il ricordo non può non essere andato allo scorso gennaio, quando nella sfida di campionato contro la Juventus il ginocchio destro di Zaniolo aveva ceduto costringendolo a un lungo stop. Negli spogliatoi il dolore è aumentato e lui ha chiamato quasi in lacrime il procuratore, la Roma e la famiglia. Si teme la rottura del crociato sinistro. Il che vorrebbe dire altro lungo stop e nuovo calvario per il povero Zaniolo che era tornato in campo a luglio dopo il crack di gennaio.

A confermare la gravità dell'infortunio di Nicolò Zaniolo è stato il medico della nazionale, il professor Ferretti. «Ha una distorsione importante ma aspettiamo domani per una diagnosi definitiva», le parole del medico ai microfoni della Rai. «Il ragazzo è molto preoccupato», ha aggiunto. Poi Mancini: «Dopo l'infortunio era preoccupato, adesso Nicolò era un pò più sereno perchè non aveva grande dolore. Spero - ha concluso il ct azzurro - possa essere una cosa meno grave, almeno non come l'altra volta».

 

Ultimo aggiornamento: 8 Settembre, 10:07 © RIPRODUZIONE RISERVATA