Guai per Ibrahimovic, la stampa svedese: «Ha quote in una società di scommesse». Rischia maxi squalifica

Mercoledì 14 Aprile 2021
Guai per Ibrahimovic, la stampa svedese: «Ha quote in una società di scommesse». Rischio squalifica?

Non c'è pace per Zlatan Ibrahimovic, che sta vivendo un 2021 decisamente non facile. Dopo le polemiche post derby di Coppa Italia per la lite con Romelu Lukaku, il discusso cartellino rosso (con discutibile squalifica) di sabato scorso a Parma e la riunione in un ristorante di Milano (chiuso per la zona rossa), sulla stampa svedese emerge ora come Ibra sia un partner di una società di giochi: ma Fifa e Uefa «non consentono ai giocatori che partecipano alle loro competizioni di avere interessi finanziari nelle società di gioco».

 

Secondo il quotidiano svedese Aftonbladet il centravanti del Milan «può essere sanzionato» per conflitto di interessi e rischia anche una squalifica fino a tre anni. Tramite la sua società per azioni Unknown Ab «Ibrahimovic possiede ancora quote di Bethard», partecipazione confermata «dall'amministratore delegato dell'azienda Erik Skarp in un'e-mail a Sportbladet», la sezione sportiva del quotidiano, secondo cui la quota detenuta sarebbe del 10%, il quarto maggior partner della società di scommesse basata a La Valletta che secondo l'ultimo rapporto annuale disponibile (2019) ha realizzato un profitto al netto delle tasse di 301 milioni di corone svedesi, quasi 30 milioni di euro.

 

Secondo l'inchiesta del principale quotidiano svedese, l'infrazione delle regole Fifa sarebbe scattata con la partecipazione alle qualificazioni Mondiali, contro la Georgia, mentre quella alle regole Uefa - meno chiare su divieti ed eventuali sanzioni - già con l'Europa League giocata con il Milan. «Non ne abbiamo parlato con Ibra», la posizione della federcalcio svedese, convinta che i limiti dei divieti previsti dalla Fifa non siano del tutto chiari.

Ultimo aggiornamento: 15 Aprile, 10:50 © RIPRODUZIONE RISERVATA