Gigi Simoni morto a 81 anni, ha allenato l'Inter di Baggio e Ronaldo e la Lazio. Moratti: «Gli fu tolto uno scudetto meritato»

Venerdì 22 Maggio 2020
Simoni e Ronaldo
Gigi Simoni è morto ooggi a 81 anni. L'ex tecnico di Inter, Napoli e Lazio (tra le tante) era da tempo in gravi condizioni di salute.
 
 

Mondo del calcio in lutto. Si è spento a 81 anni Gigi Simoni. Allenatore dell'Inter che nella stagione 1997/1998 conquistò la Coppa Uefa nella notte di Parigi, da tempo lottava con una terribile malattia. L'allenatore aveva accusato un malore il 22 giugno scorso. Simoni scompare proprio nel giorno del decennale della vittoria interista del Triplete, quel 22 maggio che aveva consacrato il suo operato con l'Inter un decennio prima.

RONALDO
«Gigi Simoni per me non è stato solo un allenatore. Se oggi penso a lui, penso a un uomo saggio e buono, che non ti ordinava di fare le cose, ma ti spiegava perché quelle cose erano importanti». È il ricordo del 'Fenomenò Ronaldo di Gigi Simoni, l'ex tecnico dell'Inter scomparso oggi a 81 anni. «Penso a un maestro, come in quella foto che facemmo a Natale: lui direttore, noi l'orchestra -prosegue il fuoriclasse brasiliano su Instagram pubblicando l'immagine -. Lo ricordo così, con quel sorriso, la sua voce sempre calma, i suoi consigli preziosi. Potevamo e dovevamo vincere di più, ma abbiamo vinto insieme, la cosa che ci raccomandava sempre: grazie mister, mi hai insegnato più di quanto immagini».

MORATTI

«È stato un grande protagonista della storia dell'Inter: ha vinto una coppa europea molto importante, gli è stato impedito di vincere un campionato che avrebbe assolutamente meritato». Massimo Moratti ricorda così al telefono con l'ANSA la figura di Gigi Simoni «tecnico gentiluomo verso il quale - aggiunge l'ex presidente nerazzurro -, provavo grande stima e affetto. La telefonata con la quale poco fa la moglie mi ha avvisato della morte mi ha provocato un dolore immenso». Ultimo aggiornamento: 22:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA