Genoa-Roma 0-2, le pagelle: Felix da favola, Abraham delude

Domenica 21 Novembre 2021 di Francesco Balzani

Genoa-Roma 0-2 con due gol nel finale di Felix, le pagelle dei giallorossi. 

 

RUI PATRICIO 6,5 Pioggia, umidità e noia. Nessun pericolo per il portoghese fino al minuto 70 quando tiene a galla la Roma con un intervento di istinto

MANCINI. 6,5 Pochi appuntamento dietro, così può permettersi di arrampicarsi sull’alta montagna davanti a Sirigu. Dietro è impeccabile.

KUMBULLA. 6 Più di un’ora di piantone senza il bisogno di intervenire se non su una conclusione sporcata di Ekuban. Il problema è quando deve staccarsi dai compitini di guardia e provare a impostare (84’ Smalling sv)

IBANEZ. 6,5 Strappa bene lungo i bordi non concedendo fiato a chi si avvicina dalle sue parti

KARSDORP. 6 Tutto bene, tranne (spesso) il cross. In difesa ha ben poco lavoro da svolgere

PELLEGRINI. 6 Tre passi indietro, dentro stretti ma nessuna resa. In una posizione arretrata il capitano prova a tenere alta la bandiera. Ci riesce con enorme fatica. (93’ Bove sv)

VERETOUT 6 S’arrovella per trovare la posizione giusta nella quale calamitare palloni. Becca un giallo pesante e non sempre è lucido

EL SHAARAWY. 6,5 Cresta alta nonostante la pioggia fitta. Cerca spesso fondo e compagni, ma i suoi assist di cashmere non sono sempre apprezzati

MKHITARYAN. 7 Ritrova posto in centro e si rivedono le magie dell’armeno. Segna un gol stupendo ma c’è Abraham che rovina tutto, poi ci riprova tre volte fino all’assist di magia per Afena

ABRAHAM. 5 La sfortuna conta, ma a volte la sorte va presa di petto. E lui lo fa poco. Rovina la gioia per il gol di Miki, crea poca profondità e dialoga a fatica coi compagni. Rifiata con Afena.

SHOMURODOV. 4,5 Incontra l’ex appena lasciata e gli tremano le gambe. Si divora due gol, uno imperdonabile. Comunicazioni farneticanti con Abraham. (74’ Afena-Gyan 8: cosa può fare un 18enne in questi casi? Spaccare la partita. Segna due gol magnifici, libera la Roma da un fine pena)

MOURINHO 6,5 Azzecca la mossa Afena e si abbraccia la sua Roma. Ma rischia di non vincere una non partita contro un Genoa decimato. C'è da lavorare ancora tanto

Ultimo aggiornamento: 23:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA