Morto Jackie Charlton, guidò l'Irlanda ai quarti di finale di Italia '90

Sabato 11 Luglio 2020
Jack Charlton
Calcio irlandese e inglese in lutto: è morto Jackie Charlton il leggendario ct della nazionale, dell'Eire la Repubblica d'Irlanda per distinguerla dall'Irlanda del Nord, scomparso a 85 anni.

L'ex difensore del Leeds e dell'Inghilterra, fratello del più celebre Bobby Charlton entrambi campioni del mondo del '66, aveva un linfoma ed era affetto anche da demenza senile.
Bandiera del Leeds, con cui giocò per 21 anni, sulla panchina dell'Eire trovò la sua gloria guidandola fino ai quarti di finale di Italia '90 dove venne eliminato proprio dagli azzurri, per un gol di Totò Schillaci.
A Usa '94 si vendicò dell'Italia battendola nella prima partita della fase a gironi e arrivando fino ai sedicesimi, superato dall'Olanda. Nel '96 gli venne conferita la cittadinanza onoraria irlandese.

Come calciatore Jack Charlton, fratello maggiore di Bobby, spese l'intera carriera nel Leeds, club in cui giocò per 21 anni collezionando 773 presenze fino al ritiro avvenuto nel 1973 e vincendo il campionato nel 1969 e la FA Cup nel 1972. Nel 1967 venne nominato 'calciatore dell'annò in Inghilterra. Molti però lo ricordano anche come allenatore, per ciò che ha fatto da ct dell'Irlanda. Alla guida dei verdi centrò la qualificazione agli Europei del 1988 e poi raggiunse lo storico traguardo dei quarti di finale ai Mondiali di Italia '90 dove fu sconfitto dagli azzurri.

Per tutto questo, e per la sua simpatia, a Dublino venne soprannominato “Saint Jack”. Con un tweet la federcalcio d'Irlanda lo ricorda oggi come «l'uomo che ha cambiato per sempre il nostro calcio». «È stato un adorato marito, padre, nonno e bisnonno - lo ricorda invece la famiglia con una nota -. Non riusciamo ad esprimere quanto siamo fieri di lui, della sua straordinaria vita e per il fatto che abbia regalato gioia a molta gente, in tanti paesi diversi lungo il cammino della sua esistenza. Era una persona onesta, gentile, divertente e genuina. La sua perdita ci lascia un enorme vuoto ma gli saremo grati per sempre per tutti i bellissimi ricordi che ci ha donato».

  Ultimo aggiornamento: 11:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA