Bologna-Napoli 0-1: a Gattuso basta il colpo di testa di Osimhen

Domenica 8 Novembre 2020
Bologna-Napoli 0-1: a Gattuso basta il colpo di testa di Osimhen

Il Napoli ritrova i tre punti, passando di misura sul campo del Bologna. Al Dall'Ara decide un gol del calciatore più atteso, Osimhen, puntuale sull'assist perfetto di Lozano. Azzurri padroni del gioco per 75 minuti, ma incapaci di affondare il colpo e costretti a ripiegare nel finale di fronte alle cariche a testa bassa della squadra di Mihajlovic, svegliatasi troppo tardi. Gattuso rilancia Ospina in porta, Manolas e Hysaj in difesa, Fabian e Bakayoko in mediana, con Lozano e Insigne ai lati di Mertens nel terzetto alle spalle del centravanti, Osimhen. Rui e Ghoulam finiscono in tribuna, il ds Giuntoli spiega nel prepartita che il tecnico li ha visti poco attenti nella rifinitura e ha preferito farli riposare. Modulo simile anche per Mihajlovic, che - complice l'emergenza - si affida in attacco a Palacio con Orsolini, Soriano e Barrow a supporto. Ritmi bassi sin dall'avvio, bisogna aspettare il 19' per la prima emozione: Insigne invita al tiro Mertens, il cui destro a giro si spegne fuori di poco. Quattro minuti dopo il Napoli passa: Lozano scappa via sulla destra, perfetto il cross al centro per Osimhen che, incredibilmente solo, può insaccare di testa da due passi. Gli azzurri controllano la situazione, anche perché il Bologna - se si eccettuano un paio di spunti di Orsolini - non riesce mai a cambiare marcia.

 

La squadra di Gattuso potrebbe raddoppiare al 31' con Mertens, che non centra il bersaglio al 31' ancora con il destro, e poi con Insigne, poco prima del riposo: su invito di Fabian, il capitano azzurro spara alto dal limite dell'area. La ripresa si apre con un gol annullato: Koulibaly segna in mischia su calcio d'angolo, ma l'arbitro torna sui suoi passi dopo consulto Var per un precedente tocco di mano di Osimhen dopo un contrasto in area su Denswil. Il Bologna si scuote, reclama per una respinta di Di Lorenzo su destro a botta sicura di Palacio (braccio dietro la schiena per il difensore) e prova ad alzare il baricentro. Entrano prima Svanberg e poi Vignato (fuori Dominguez e Denswil), i rossoblu passano al 3-5-2. Ma è il Napoli che fino a un quarto d'ora dal temine continua a dominare il gioco, anche se non riesce ad affondare e a dare il colpo del ko. Gattuso inserisce forze fresche - Politano, Zielinski, Elmas e Petagna - eppure i suoi si abbassano. E al 42' il Bologna ha la grande chance per pareggiare: Vignato trova Orsolini in area, Ospina è prodigioso, poi Di Lorenzo si oppone a Palacio. Palla a Svanberg che calcia in modo sbilenco. Poco dopo ci prova anche Palacio, ma Ospina respinge ancora. Finisce col Napoli in apnea, ma che può festeggiare un successo molto prezioso.

LEGGI LA CRONACA

 

Ultimo aggiornamento: 20:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA