Pallanuoto, Settebello da urlo: batte la Grecia 11-10 e conquista la finale. Adesso è caccia al titolo

Una strepitosa Italia della pallanuoto maschile torna a difendere il titolo conquistato nel 2019

Settebello da urlo: batte la Grecia 11-10 e conquista la finale. Adesso è caccia al titolo
Settebello da urlo: batte la Grecia 11-10 e conquista la finale. Adesso è caccia al titolo
2 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 17:53

Il Settebello conquista una nuova finale mondiale. Nei Mondiali di nuoto in cui Paltrinieri ha fatto incetta di medaglie per l'Italia anche la pallanuoto maschile non delude le aspettative e domenica 3 luglio alle 20 cercherà di difendere il titolo conquistato tre anni fa. Ma lo fa rivoluzionando la squadra, a dimostrazione di un movimento pallanuoto, in Italia, di primissimo livello. Dopo l'Ungheria padrona di casa, anche la Grecia cade al cospetto degli Azzurri che adesso cercheranno di mettersi al collo un'altra medaglia d'oro, dopo quella di Gwangjiu.

Leggi anche > Mondiali nuoto, oro a Dario Verani nella 25 km con una straordinaria volata

L'Italia della pallanuoto maschile, la nazionale dei ragazzi di Sandro Campagna, con 5 debuttanti e 7 elementi nuovi rispetto al precedente trionfo, doma la Grecia (argento olimpico) imponendosi 11-10. Adesso il Settebello aspetta di conoscere l'avversaria per la finale di domenica sera alle 20: una tra la Spagna (già battuta nel 2019) o la Croazia, che si sfideranno alle 19.30 per la seconda semifinale di questi Mondiali sul Danubio.

Dopo una partita intensissima, sempre tenuta però sotto controllo dagli azzurri anche nel punteggio, gli ellenici si arrendono e vengono confinati alla finale di bronzo (solo due precedenti nel 2005 e nel 2015). L'Italia vanta 4 titoli mondiali (1978, 1994, 2011 e 2019, tre dei quali con Campagna, uno da giocatore) e per i nostri colori sarà la settima finale iridata della storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA