Piazza di Siena 2022, torna l’evento equestre nel “polmone verde d’Europa” tra sport e sostenibilità

Si è svolta a Roma nell'ovale di Villa Borghese la conferenza di presentazione dell’89° CSIO di Roma Piazza di Siena - Master d’Inzeo. Tra le istituzioni presente il sindaco di Roma Roberto Gualteiri

Martedì 17 Maggio 2022 di Ida Di Grazia
Piazza di Siena 2022, torna l evento equestre nel polmone verde d Europa

Piazza di Siena 2022, torna l’evento equestre nel “polmone verde d’Europa” tra sport e sostenibilità. Questa mattina la conferenza stampa di presentazione del concorso sul mondo equestre che si svolgerà a Roma, a Villa Borghese, dal 25 al 29 maggio, e che festeggia il suo centenario.

 

Leggi anche > Conference League, il club Roma a Tirana affitta un'intera arena: «Tifosi giallorossi, venite a vedere qui la finale»

Non solo sport, il 2022 è l'anno Zero di Piazza di Siena: laddove c'era la ghiaia, Fise e Sport & Salute hanno realizzato uno 'Zero' di manto erboso identico a quello del campo gara. Lo 'Zero' in erba - della larghezza di 8 metri, lungo complessivamente poco meno di 380 metri e della superficie di oltre 3mila metri quadrati – vuole essere un messaggio di sensibilizzazione sul tema dell'emergenza climatica e della tutela della biodiversità vegetale.

Negli anni, il modello Piazza di Siena ha posto l'accento su concetti necessari e preziosi come la sensibilizzazione ambientale e artistica, proponendosi come nuovo modello di mecenatismo sportivo. Lo testimoniano il recupero e la cura della Valle dei Platani e lo conferma il messaggio forte di quest'edizione #ZeroDIE, che affianca lo 'Zero' ai tre grandi temi dell'emergenza ambientale e climatica: Deforestazione, Impatto, Emissioni.

 

«Piazza di Siena nasce nel 2017  - ha detto Marco Di Paola, presidente della Fise -  è un progetto vincente perché ha i valori che ci sono nello sport. Abbiamo questo ovale meraviglioso che ci dà occasione di fare sport di grande livello, a 100 metri abbiamo la parte dei ragazzi e degli amatori. Lo sport è base e vertice, se manca uno non c’è l’altro: questi sono i valori che ispirano il nostro modello organizzativo. Se la Fise oggi è quella che è, lo deve anche a Piazza di Siena, a questa visione che abbiamo avuto. Mi sento di dover ringraziare i romani e il Comune di Roma, nella persona del sindaco Gualtieri e dell’assessore Onorato, che ci concedono la possibilità di utilizzare questo monumento per un momento di sport importantissimo, così come ringrazio la Regione Lazio che ci supporta anche nell’organizzazione dei Pratoni del Vivaro. Ringrazio anche il Governo che ci assiste e ci sostiene nell’organizzazione di questi eventi. Non ho dimenticato Sport e Salute che considero amici come Vito Cozzoli e Diego Nepi Molineris» 

 

«È un piacere per me e per Roma Capitale - ha affermato il sindaco Roberto Gualtieri - presentare questo straordinario evento di sport che si svolge nel centenario della sua nascita e dopo due anni difficili. C’è uno spirito di grande passione ed entusiasmo per gli eventi sportivi a Roma: dopo gli Internazionali d’Italia, un’altra gemma, un altro evento di rilevanza mondiale. Voglio ringraziare tutti quelli che stanno lavorando per far sì che questo appuntamento sia al centro del mondo dello sport, in una location meravigliosa e nel segno della sostenibilità. Attorno a questo ovale splendido dove si svolgerà la competizione ce n’è un altro, con un hashtag (#ZeroDie, ndr) per contrastare i mutamenti climatici. Una cornice, quella di Piazza di Siena, non solo splendida ma che sarà anche al centro di ulteriori iniziative importanti di riqualificazione. Un evento che ha tutte le condizioni per avere un grande successo e per rendere ancora di più Roma capitale dello sport e cornice di eventi mondiali».

«Grazie allo sport italiano che sta dando un contributo straordinario alla rinascita con eventi meravigliosi che ripropongono la bellezza dello stare insieme e ci fanno riscoprire la vita. Abbiamo avuto momenti bui durante il Covid  ha detto Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio - ora c’è un tempo nuovo in cui la rinascita è fatta di simboli. Ci sono eventi che sono unici e Piazza di Siena lo è: lo è perché è una grande occasione di equitazione, ma è anche molto di più per le emozioni che provoca e per l’atmosfera che vedremo su questo prato. Piazza di Siena anticipa i Pratoni del Vivaro anche per la riscoperta di una perla europea che ci eravamo dimenticati di avere, saranno coinvolti 18 Comuni alle porte di Roma. Sarà indubbiamente un grandissimo evento sportivo, unico al mondo e utile a guardare in avanti con più speranza».

 

«Presentando ufficialmente il Concorso Ippico di Piazza di Siena - spiega Diego Nepi Molineris, direttore generale di Sport e Salute - inauguriamo un'altra tappa di quella che abbiamo ribattezzato, in nome dello sport e della socializzazione, l'Olimpiade di Roma». L'Olimpiade capitolina «è iniziata con gli Internazionali di tennis e proseguirà, all'interno del Parco del Foro Italico, con il Major di Padel, il Grand Prix di Taekwondo, i Mondiali di Beach Volley, gli europei di Nuoto, per poi finire con il World Tour di Skate al Colle Oppio. Piazza di Siena è l'evento clou dell'equitazione mondiale, per livello, pregio e il prize money di 900mila euro». I grandi eventi sportivi che diventano motore della pratica sportiva in città e nelle periferie: «L'obiettivo è quello di dare vita ad eventi che producano risorse, energia ed entusiasmo da propagare nelle nostre città, in modo da poter creare nuovi luoghi di sport e nuove opportunità di lavoro. abbiamo lanciato l'hashtag #ZeroDie, dove 'die' sta per deforestazione, impatto ambientale ed emissioni, perchè lo sport ha la fortuna, ma anche la responsabilità, di avere una grande eco verso le persone. E allora, è giusto e doveroso lanciare un messaggio di sensibilizzazione sul tema dell'emergenza climatica». Per farlo, Fise e Sport e Salute hanno sostituito la ghiaia dell'anello che circonda l'Ovale di Piazza di Siena con il manto erboso, 'disegnando' appunto lo 'Zero' al centro dell'iniziativa di ecosostenibilità e a difesa degli alberi del pianeta», conclude Nepi Molineris.

 

«Roma può rinascere soltanto con la collaborazione tra le istituzioni, e Piazza di Siena ne è la dimostrazione». Così Alessandro Onorato, Assessore allo sport, al turismo e ai grandi eventi di Roma Capitale, durante la presentazione dello CSIO di Piazza di Siena. «Con il sindaco Gualtieri abbiamo due obiettivi. Il primo è quello di rafforzare quello che Roma già possiede, come gli Internazionali di tennis appena conclusi o come, appunto, Piazza di Siena, facendo in modo che non siano episodi circoscritti e isole felici, ma che possano essere vissuti da tutta la città e generino fatturato e nuovi posti di lavoro. L’altro tema è quello della collaborazione, istituzionale e non solo politica. I problemi di Roma possono essere affrontati solo così. Piazza di Siena e i Pratoni del Vivaro sono la prova provata che la collaborazione fa rinascere Roma. Solo nel Lazio, la FISE può contare su 14mila tesserati e questo dimostra come la competizione avrà un grandissimo valore - spiega Onorato -. Il concorso ippico di Piazza di Siena avrà inoltre l’ingresso gratuito e questa per tutti i cittadini sarà l’occasione per vedere da vicino uno sport d’elite», conclude.

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA