Brooks, arriva la nuova tecnologia Dna Loft V3: scarpa con la nitro-infusione

Brooks, arriva la nuova tecnologia Dna Loft V3: scarpa con la nitro-infusione
3 Minuti di Lettura
Venerdì 1 Luglio 2022, 14:41

Brooks utilizza da sempre le soluzioni più innovative per aiutare i runner a migliorare costantemente la loro esperienza di corsa. L’ultima innovazione si chiama DNA LOFT v3, la tecnologia applicata all’intersuola e realizzata con il processo della nitro-infusione inserita in Glycerin 20, Glycerin GTS 20, Caldera 6 e Hyperion Tempo. In questo modo i runner non saranno più costretti a scegliere tra leggerezza, ammortizzazione, reattività o durevolezza.

“Abbiamo lavorato a stretto contatto con un importante fornitore di prodotti chimici - spiega Bryan Bhark, Innovation Development Manager di Brooks - che stava realizzando una schiuma fluida supercritica (SCF) per tappetini da yoga e per parchi giochi. L’obiettivo era di applicarle nell’intersuola delle nostre scarpe da corsa per ottenere le medesime proprietà di leggerezza, alto ritorno di energia, ammortizzazione elevata e grande durevolezza. Posso affermare che siamo il primo marchio del settore a utilizzare il nitro allo stato puro come agente espandente meccanico, insieme al composto brevettato da Brooks per l’intersuola. Il suo utilizzo nel processo di creazione della schiuma supercritica consente di amplificare e ottimizzare al massimo le proprietà fisiche desiderate, come ammortizzazione, ritorno di energia e peso.” “In passato era estremamente difficile, o quasi impossibile, fornire ai runner la possibilità di sfruttare tutti e tre i benefici chiave dell’intersuola di una scarpa da corsa: ammortizzazione + ritorno di energia + leggerezza. Spiega Nikhil Jain, Senior Manager del team BlueLine di Brooks. Adesso siamo in grado di applicare la tecnologia di nitro-infusione su diversi modelli di calzature.”

Con il DNA Loft v3 Brooks ha messo a punto le proprietà di ammortizzazione senza sacrificare il peso e il ritorno di energia, garantendo al runner di vivere un’esperienza di corsa fluida, sicura e priva di sforzo. La schiuma, peraltro, essendo una sostanza fluida, consente di adattarsi a superfici diverse, dalla strada al trail, ed è in grado di riprendere molto rapidamente la propria forma originale, consentendo così una corsa agevole. Risulta, inoltre, particolarmente durevole nel corso di gare molto lunghe, poiché la struttura cellulare è totalmente chiusa e omogenea rispetto alle mescole tradizionali. “Crediamo che la nitro-infusione diventerà lo standard nel settore delle scarpe da running in quanto migliora nettamente tutti i più importanti parametri prestazionali dei materiali ammortizzanti, spiega Tobias Gramajo, Tech Rep Manager di Brooks Italia.

Ma cos’è esattamente e come avviene la nitro-infusione? Per realizzare l’intersuola DNA LOFT V3 con questa nuova tecnologia, partiamo da un piccolo blocco del nostro materiale basico, il DNA allo stato grezzo. Posizioniamo il DNA all’interno di una camera pressurizzata e aggiungiamo l’azoto insieme alle giuste dosi di temperatura e pressione, fino al punto in cui l’azoto passa allo stato “supercritico” (quando un materiale non è, né solido, né liquido, né gassoso). Grazie a questa incredibile “trasformazione”, l’azoto assume una conformazione che le consente di penetrare completamente dentro il blocco di DNA grezzo; a questo punto abbassiamo i valori di temperatura e pressione per far espandere l’azoto, che passa dallo stato supercritico a quello gassoso, innescando l’effetto lievitazione dell’intersuola che raggiunge così la sua configurazione definitiva: nasce il DNA LOFT V3”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA