Zaniolo, la mamma Francesca Costa nuova star del web: ecco chi è

Oggi è facile parlare di Nicolò Zaniolo come l'uomo del momento o definirlo un predestinato. In estate, però, si trattava di un vero e proprio oggetto misterioso del mercato, sconosciuto a chi non segue il campionato Primavera, e dopo l'esperienza all'Europeo Under 19, il tecnico della Roma Eusebio Di Francesco lo aveva portato in prima squadra, ma 'nascondendolo' un po'. C'è voluto un po' di tempo, ai tifosi giallorossi, per scoprire il giovane calciatore. Chi invece non è sfuggita sui social è Francesca Costa, 41 anni, sexy mamma del giovane romanista nonché patrimonio del futuro del calcio italiano.

Roma, anche l'Uefa alla scoperta di Zaniolo: «Mondo ai suoi piedi»



Le foto su Instagram, d'altronde, hanno destato molto presto l'attenzione degli utenti sui social: Francesca, romana e romanista, è la moglie di Igor Zaniolo (ex bomber, tra le altre, di Genoa, Spezia, Cosenza, Messina e Ternana), ha avuto Nicolò quando aveva solo 22 anni ed oggi è una delle presenze fisse all'Olimpico più seguite sui social. Il motivo non deve neanche essere spiegato.
 

La presenza di mamma Francesca e papà Igor, che conosce molto bene l'ambiente calcistico, sono senza dubbio un riferimento costante per il giovane Nicolò, che può seguire i saggi consigli dei genitori per continuare a crescere, come ha fatto finora. In estate, quando la Roma aveva ceduto Radja Nainggolan all'Inter per 24 milioni di euro più il cartellino del 19enne e di Davide Santon, molti tifosi giallorossi avevano storto il naso. A oggi, invece, quella del ds Monchi si è rivelata essere un'intuizione assolutamente vincente. Nicolò Zaniolo, infatti, è riuscito a emergere portandosi sulle spalle una squadra in difficoltà, con la freschezza e l'esuberanza dei suoi 19 anni.



Un predestinato che ha avuto, finora, una carriera decisamente anomala: ha già militato nelle giovanili di due grandi club come Fiorentina e Inter, ora è un patrimonio della Roma ma Di Francesco ha atteso molto prima di farlo debuttare. Addirittura, il tecnico giallorosso era stato anticipato dal ct Roberto Mancini, che lo aveva convocato per uno stage in nazionale ancora prima del suo esordio in Serie A. Di Francesco, poi, ancora prima di farlo debuttare nel nostro campionato aveva scelto un palcoscenico prestigiosissimo per il suo esordio in giallorosso: titolare dal 1' in Champions League, in uno stadio come il Santiago Bernabeu. Era il 19 settembre e la scelta dell'allenatore della Roma aveva stupito tutti, destando anche una certa ironia. I mesi successivi, però, hanno dimostrato che Monchi e Di Francesco ci avevano visto giusto: oggi Nicolò Zaniolo è uno dei giovani più interessanti di tutto il panorama europeo, non solo quello italiano. I primi due gol in Champions League, all'andata degli ottavi di finale contro il Porto, sono stati l'ennesima conferma.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Mercoledì 13 Febbraio 2019 - Ultimo aggiornamento: 20:20
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti