Tiromancino: Giuliano a sorpresa sul palco di Lecce

Giovedì 1 Agosto 2019
«Lo abbiamo tenuto segreto fino alla fine ma i segreti sono fatti per essere rivelati». Così Federico Zampaglione, leader dei Tiromancino, ha annunciato l'ospite a sorpresa che questa sera sarà sul palco del Parco di Belloluogo nella tappa leccese della band, che quest'anno celebra i suoi trent'anni di carriera artistica: sul palco, infatti, ci sarà Giuliano Sangiorgi. Il leader dei Negramaro farà gli onori di casa da par suo per il concerto della band con cui ha condiviso varie esperienze artistiche e anche il brano Liberi, scritto a quattro mani proprio con Zampaglione. Un brano che vide i due fianco a fianco già nel 2014, durante il concerto dei Negramaro al Via del Mare, quando fu Zampaglione uno degli ospiti.

Sui social il tam tam ovviamente è stato immediato, tanto più che quasi in contemporanea Giuliano ha comunicato anche sui suoi canali social la novità: Che poi, lontani per molto tempo mica si può stare... Sarò sul palco dei Tiromancino e la loro orchestra nella nostra Lecce con Federico, Francesco, Marco, Antonio e la loro orchestra. I Tiromancino sono un faro per tutti noi, da sempre... Federico lo è da sempre... Ma sono felice di essere stato utile in quell'estate in cui proposi a Federico i miei fratelli Ciccio, Toto e Marco come nuovi e grandi musicisti per un progetto così importante. C'è un poco di me, in questo loro nuovo presente... Avanti verso un futuro infinito e pieno di voi, amici miei!!!.
 


A Lecce Zampaglione ci arriva sull'onda del nuovo singolo Vento del Sud, scritto anche in virtù del rapporto particolare con la Puglia, dovuto al suo legame con una donna originaria di Mottola. Il singolo, che lo sta portando in giro per l'Italia fino a Lecce dove questa sera si esibirà anche l'Ensemble Symphonic Orchestra, viaggia su calde e ritmate atmosfere tropicali decisamente reggaeggianti.

I Tiromancino, nati nel 1989, celebrano l'anniversario dei 30 anni in cui, insieme alla musica italiana, si sono evoluti continuamente. «Il panorama musicale italiano è cambiato tantissimo e anche noi: abbiamo iniziato con l'indie oscuro dei primi anni '90, poi siamo stati tra i protagonisti del new pop e cioè dell'indie che diventava mainstream con La descrizione di un attimo e mezzo milione di copie vendute. Riuscimmo a fare un crossover che ci ha fatto vivere un decennio di successi, adesso siamo in continua ricerca, abbiamo sperimentato tantissimo passando da atmosfere latine, elettronica, ballate struggenti - spiega Federico -. La mia forza è fare ciò che mi piace senza pormi dei limiti».

Trent'anni festeggiati con un grande tour, accompagnati dall'orchestra dal vivo e un disco di successi cantati dai grandi della musica italiana dal titolo Fino a Qui. L'album contiene 14 delle canzoni più significative del gruppo, riarrangiate e reinterpretate insieme ai più importanti artisti italiani.


  Ultimo aggiornamento: 17:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA