Vittorio Sgarbi da Caterina Balivo a "Vieni da Me", ecco com'è nato il tormentone "Capra"

Venerdì 8 Novembre 2019
Vittorio Sgarbi da Caterina Balivo a
Vittorio Sgarbi è noto per le provocazioni, la sua cultura e per quel "Capra" che ha fatto un po' la storia della televisione. A "Vieni da me" da Caterina Balivo ha spiegato com'è nato ricordando lo scontro verbale durissimo con Aldo Busi nel 2002, mentre Piero Chiambretti interpretava il ruolo di arbitro. In quella circostanza Vittorio Sgarbi 'creò' la prima raffica di 'capra! capra! capra!', diventato poi un tormentone.

Leggi anche > Patrizia De Blanck scopre a Pomeriggio 5 che l'uomo che frequenta è sposato: «È un politico molto famoso, ora tronco»

 Il deputato e critico d'arte ha rivisto la 'performance' mentre era ospite di Caterina Balivo a Vieni da me. Sullo schermo scorrevano immagini anche di vicende più recenti, compresa la rissa con Giampiero Mughini pochi mesi fa. 
«Io voglio essere bello, bello liscio. Temevo un graffio sul viso», dice Sgarbi tornando sul corpo a corpo andato in scena a luglio durante una puntata di "Stasera Italia" su Rete4. «Una lite presuppone l'uso delle parole -dice Sgarbi ospite di Vieni da me -... Con Mughini c'è stata una rissa... Se uno tutto bianco si alza con una sedia...»

Durante la puntata di "Vieni da me", inoltre, non sono passate inosservate le parole di Sgarbi sulle donne. ​​​Il ciritico d'arte ha risposto a una domanda della conduttrice - che gli chiedeva se sapesse «fare la lavatrice» - esclamando: «No, io non faccio nulla. Io ho una visione e ti devo dire una cosa: le donne devono stare in casa e gli uomini devono andare fuori».




  Ultimo aggiornamento: 9 Novembre, 12:56 © RIPRODUZIONE RISERVATA